facebook twitter rss

Gara uno play out
amara per la Victoria

SERIE D - La serie di spareggio per la permanenza in categoria è ad appannaggio dei locali fanesi per 63 a 45. Gara due in programma mercoledì a Fermo alle 21.15
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Inizia la roulette dei play out ma La Marcozzi non riesce a sovvertire il fattore campo ed esce sconfitta da Fano con il punteggio di 63 a 45.

Troppo scarse le percentuali al tiro in tutta la serata di ieri per poter pensare anche dopo aver difeso bene per larghi tratti del match, di portare a casa la vittoria in gara 1.

IL TABELLINO

BASKET FANO 63: Maltempi 2, Ricci, Santarelli 2, Del Monte 9, Fronzoni 5, Tonelli 10, Sabatini 4, Battistelli 2, Antognoni 3, Bargnesi 15, Ameri, Farinasso 11. All. Deales

VICTORIA FERMO 45: Mancini 6, Cinti 7, Centonza 3, Maroni, D’Onofrio 2, Antinori 10, Pierantozzi 6, Hoxha 2, Pelacani, Mastroianni 2, Belleggia 7. All. Pasquali

LA CRONACA

L’inizio è di marca fermana con l’evidente tensione vista la posta in palio per entrambe le squadre; si segna col contagocce e lo spettacolo non è certo dei più esaltanti; si chiude alla prima sirena sul punteggio di 11 pari.

Già alla ripresa del gioco avviene il primo strappo dei locali, i quali raggiungono anche le 12 lunghezze di vantaggio, prima di andare negli spogliatoi sul 33 a 25. Gli 8 punti potrebbero sembrare recuperabili, ma le ben 17 palle perse nei primi due quarti non lasciano presagire nulla di buono per il rientro in campo.

L’inerzia della gara sembra per alcuni momenti tornare in mano ai fermani ad inizio ripresa, con i 6 punti consecutivi messi a segno da Mancini, ma continua la scriteriata gestione degli attacchi con ancora troppe palle perse, seppur nei secondi 20 minuti sono 10. L’ultimo quarto sul 42 a 35 preluderebbe un finale quantomeno combattuto, ma come detto in precedenza il continuo stillicidio di palle perse rende agevole la chiusura del match da parte dei fanesi che senza patemi d’animo incamerano gara 1.

Ora la serie si trasferisce a Fermo per gara 2, mercoledì prossimo alle ore 21.15, dove bisognerà necessariamente pareggiare per potersi giocare tutto nella eventuale bella sempre a Fano il 26 aprile. Con le percentuali di in esame, e soprattutto con la quantità industriale di palle perse, l’impresa non sarà delle più semplici; si confida nel fatto di una prestazione d’orgoglio dei ragazzi di Pasquali che sul campo amico dovranno dimostrare di meritarsi la possibilità di andare alla bella.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti