facebook twitter rss

Coach Pancotto post Cagliari:
“Avevamo la volontà di vincere”

SERIE A2 - La sconfitta per mano della Dinamo Academy lascia l’amaro in bocca sul finale di stagione regolare. Il coach del team sardo euforico per la salvezza matematicamente conquistata al PalaSavelli. Corbett perfetto ha dato il massimo fino all’ultimo decimo di secondo
Print Friendly, PDF & Email

Il coach sardo Alessandro Iacozza

 

di Silvia Remoli

PORTO SAN GIORGIO – Entra in sala stampa per primo Alessandro Iacozza, desideroso di raggiungere di nuovo i suoi atleti per continuare a festeggiare: “Siamo felicissimi perché abbiamo fatto un miracolo sportivo con la salvezza diretta, quando dopo 11 giornate avevamo solo due punti e tutti gli addetti ai lavori ci definivano la Cenerentola del girone”.

Seguono i ringraziamenti di rito a staff e giocatori  e soprattutto ai sostenitori che hanno affrontato una lunga trasferta: “I nostri tifosi sono speciali, sono davvero onorato di aver potuto appurare il carattere unico del popolo sardo”. Sulle difficoltà affrontate fino alla fine per poter agguantare la vittoria, che gli ha risparmiato i duri playout, dice: “E’ stata una partita vera nonostante le due assenze (Amoroso e Negri, ndr), anche alla luce di un Corbett davvero prodigioso”.

Cesare Pancotto, guida dei gialloblù

E’ la volta di Cesare Pancotto che contesta ai suoi un ritmo difensivo lento e carente, ma aggiunge anche qualche attenuante , tra cui gli assenti giustificati (capitan Amoroso e Negri per come sopra riportato) e l’impossibilità di allenarsi in settimana: “Non posso rimproverare nessuno perché non ci siamo potuti allenare questa settimana. Siamo riusciti nel corso della partita anche a ribaltare determinate situazioni, ed ovviamente devo rivolgere i miei complimenti a Cagliari per la partita che ha fatto. Dico sempre ai miei ragazzi che i tiri li dobbiamo costruire, senza accontentarci di quelli che ci permettono gli avversari: non dobbiamo subire, ma  di certo posso affermare non è mancata la volontà di vincere, altrimenti non avremmo ottenuto un finale così emozionante”.

La Marshall Corbett

Ai suoi auguri a società e pubblico di una Buona Pasqua si uniscono quelli fatti da La Marshall Corbett, oggi davvero spettacolare, fino all’ultimo istante, in cui con un tiro da tre che ha sfiorato il ferro, avrebbe potuto fare il miracolo: “È stata una partita con una squadra che voleva per forza vincere e conquistare la salvezza senza passare per i play out. Abbiamo cominciato un po’ sfasati in difesa, di conseguenza è stato difficile rientrare, anche se sul finale ci stavamo quasi riuscendo. Io non volevo proprio mollare”. Si è visto e carta canta, con i suoi 39 punti personali.

Da ora si guarda avanti, e cioè ai playoff: la XL Extralight Montegranaro affronterà Latina nel prossimo weekend.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti