facebook twitter rss

“Ma quella era la mia azienda!”
Liliana Segre ‘imprenditrice’
e i tessuti di qualità per i cappelli di Montappone

SERVIGLIANO - I ricordi di Paolo Marzialetti dell'azienda Paimar, che ricopre anche la carica di presidente nazionale Settore Cappello e vicepresidente della Federazione Italiana TessiliVari
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

Fin quando non ha ceduto la sua azienda di famiglia, la storica impresa milanese Segre & Schieppati, dove lavorava ‘personalmente’, la senatrice a vita Liliana Segre è stata fornitrice di tessuti di altissima qualità per la Paimar, azienda di cappelli di Montappone. A ricordarlo è un emozionato Paolo Marzialetti, che ricopre anche la carica di presidente nazionale Settore Cappello e vicepresidente della Federazione Italiana TessiliVari.

“È stato incredibile – commenta – poiché il tutto è venuto fuori chiacchierando con lei a margine della sua toccante testimonianza a Servigliano, tornandomi alla mente quella stessa sua voce con la quale avevo parlato molte volte al telefono già dalla metà degli anni Novanta, senza avere la minima idea del suo vissuto. Riconoscendo dunque le sue ‘s’ e ‘z’ particolari nella pronuncia le ho chiesto informazioni sull’azienda di tessuti Segre & Schieppati che conosciamo da trent’anni e lei prontamente mi ha risposto: ‘Ma era la mia azienda!’. E da lì sono partiti i ricordi lucidissimi sui suoi tessuti di altissima qualità, che ci forniva per le nostre produzioni e che abbiamo utilizzato nel corso degli anni, prima che lei cedesse l’attività”.

La Segre, aggiunge Marzialetti, si è addirittura ricordata che l’articolo Olona in lino pesante che forniva alla sua azienda. “La senatrice a vita è una testimone che ha vissuto quindi una vita normale, anche se ‘normale’ non lo è stata. Per me resta un incontro indimenticabile, con una personalità davvero unica e straordinaria sotto tutti i punti di vista”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti