facebook twitter rss

Comando Vigili del Fuoco, Lucentini plaude l’operato di Salvini e attacca Cesetti: “Se vuole fare il portavoce della Lega ce lo dica”

FERMO - Lucentini: "Si affretta a darne notizia, nonostante si tratti di una materia che non compete affatto al suo assessorato. Quanto meno si è ricordato di esprimere un ringraziamento al ministro Salvin"i.
Print Friendly, PDF & Email


“Saluto con soddisfazione, e con me il coordinatore regionale della Lega, sen. Paolo Arrigoni, un altro impegno mantenuto. L’istituzione del Comando provinciale dei Vigili del fuoco di Fermo è realtà, con un organico destinato a salire ad 88 unità”.  Questo il commento del commissario provinciale della Lega del fermano Mauro Lucentini.

“Ricordiamo tutti l’arrivo del ministro dell’interno Matteo Salvini a luglio dello scorso anno per l’inaugurazione di Questura e Comando provinciale dei Carabinieri e della Guardia di Finanza. In quell’occasione disse con chiarezza che il prossimo passo per il potenziamento della sicurezza nella nostra provincia avrebbe interessato i vigili del fuoco. Grazie quindi ancora una volta al ministro Salvini. Quando noi della Lega diciamo “dalle parole ai fatti” non pronunciamo uno slogan, ma intendiamo proprio questo: mettere la faccia davanti alla gente, assumere degli impegni, mantenerli. Anche stavolta è andata così”.

Lucentini aggiunge: “Il passaggio da Distaccamento a Comando provinciale era stato più volte richiesto anche sotto i governi precedenti, ma a quelle legittime istanze dal nostro territorio non si era dato seguito. Salvini ha dato la sua parola, poi ci ha messo risorse economiche ed uomini. Ancora una volta, a dare l’annuncio, com’era già capitato per l’istituzione dell’Area di crisi complessa per il distretto calzaturiero, è stato l’assessore regionale Fabrizio Cesetti. Ci chiediamo se ambisca al ruolo di portavoce della Lega, visto che continua a dare notizia di importanti risultati di cui non è certamente l’artefice. Cesetti parlò del riconoscimento dell’area di crisi come se fosse merito suo, quando, se pur preparata dal governo precedente, era rimasta arenata per mesi e personalmente ho contribuito a sbloccarla e ad arrivare alla firma del decreto nel giro di 15 giorni. Ora arriva l’istituzione del Comando provinciale e lui si affretta a darne notizia, nonostante si tratti di una materia che non compete affatto al suo assessorato. Quanto meno si è ricordato di esprimere un ringraziamento al ministro Salvini. Possiamo capire che gli spazi d’azione di Cesetti nel Pd inizino a scarseggiare. Ripetiamo: se vuole fare il portavoce della Lega ce lo dica. Purtroppo non siamo abituati ad accettare politici freelance. Dato che si interessa così tanto di Vigili del fuoco, potrebbe preoccuparsi del Campo Usar che i Vigili del fuoco da tempo chiedono di allestire in un terreno di proprietà Asur, per il quale il sottosegretario Stefano Candiani sta attendendo ancora una risposta. Perchè l’assessore al bilancio non si fa carico della questione, per concedere un terreno molto utile all’allestimento di un campo di esercitazione? Vista l’abitudine a sconfinare fuori dalle proprie competenze, si interessi anche della disastrata situazione della sanità delle Marche, o del nascituro ospedale di Fermo che avrebbe dovuto essere già inaugurato entro il 2018. Gli auguriamo di ottenere risultati apprezzabili con la stessa concretezza dimostrata dal ministro Salvini”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti