facebook twitter rss

Arriva il Giro d’Italia, statale Adriatica
e caselli A14 chiusi
durante la tappa del 18 maggio

FERMO - L'esito della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, durante il quale si è discusso del passaggio della corsa ciclistica il prossimo 18 maggio
Print Friendly, PDF & Email

Si è tenuto il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto Vincenza Filippi, a cui hanno partecipato, oltre ai vertici provinciali delle Forze dell’Ordine, anche gli Amministratori locali dei comuni i cui territori saranno interessati dalla 102^ edizione del Giro Ciclistico d’Italia, che si svolgerà da sabato 11 maggio a domenica 2 giugno, articolandosi in 21 tappe distribuite in diverse province italiane.

La costa della provincia fermana sarà interessata il giorno di sabato 18 maggio, passando lungo la Strada Statale 16 “Adriatica”, attraversando i Comuni di Pedaso, Campofilone, Altidona, Fermo, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio.

In sede di Comitato si sono decise le principali misure da attivare per garantire lo svolgimento in sicurezza della manifestazione sportiva.

Sul punto, si è convenuto insieme ai rappresentanti di Società Autostrade per l’Italia ed Anas – presenti alla riunione – che si procederà alla chiusura dei caselli autostradali di Pedaso e Porto San Giorgio ed alla chiusura della Statale 16 per un arco temporale consono a garantire sia la sicurezza dei concorrenti che quella dei fruitori ordinari della viabilità interessata dall’evento.

Al riguardo, saranno emanate specifiche ordinanze da parte dei competenti Enti ed Uffici, i cui dettagli, anche per ciò che concerne gli specifici orari di riferimento, saranno formalizzati in occasione di un secondo incontro già programmato per venerdì 10 maggio.

Seguirà una puntuale comunicazione ed una capillare divulgazione di tutte le informazioni utili agli utenti della strada e alla collettività in genere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti