facebook twitter rss

Ceriscioli incontra i balneari:
“Impegni confermati,
subito i primi 5 milioni di euro”

PORTO SANT'ELPIDIO - Il governatore, insieme al consigliere Giacinti, a colloquio con gli operatori alla sede Confcommercio, l'obiettivo è partire da sud per una prima tranche di scogliere emerse nel 2020
Print Friendly, PDF & Email

 

Il presidente della regione Marche Luca Ceriscioli è arrivato oggi a Porto Sant’Elpidio, accompagnato dal consigliere regionale Francesco Giacinti, per incontrare alcuni balneari. Dopo una visita sul litorale, il governatore ha partecipato ad una riunione nel primo pomeriggio alla sede locale di Confcommercio. Ad accoglierlo il vicesindaco Daniele Stacchietti, la segretaria del pd cittadino Patrizia Canzonetta, Maria Teresa Scriboni di Confcommercio Marche centrali.

Un incontro per ribadire gli impegni assunti dalla Regione nel corso del Consiglio comunale aperto di due mesi fa a Villa Baruchello, sulla realizzazione delle scogliere emerse in tutto il litorale. Come noto il Comune si farà carico delle spese di progettazione dell’opera, per arrivare entro la fine del 2019 a completare l’iter. La novità emersa oggi è che il governo regionale ha assicurato l’intenzione di predisporre una variazione di bilancio già nell’esercizio in corso, per stanziare una somma di 4-5 milioni di euro che consentirà la realizzazione di una prima tranche delle scogliere emerse, che consentirebbe di avviare i lavori dal 2020. Una cifra quindi di circa il 20% dell’investimento complessivo, da eseguire per step, necessario per dotare di scogliere l’intero litorale. Le barriere emerse saranno collocate ad una distanza di circa 150 metri dalla riva, si partirà dal lungomare sud per coprire progressivamente tutta la costa di Porto Sant’Elpidio.

“E’ stata una visita in cui Ceriscioli ha incontrato una delegazione di balneari ed ha ribadito l’impegno forte della Regione per garantire la difesa della costa a Porto Sant’Elpidio – commenta il consigliere Giacinti – E’ stata l’occasione per il presidente di confermare anche personalmente ai concessionari quanto era emerso al Consiglio comunale aperto, cioè la volontà di investire per dare alla città un intervento risolutivo contro l’erosione”.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page





Gli articoli più letti