facebook twitter rss

CambiAmo M.U.sica alza i toni:
“Canigola e centrosinistra
sull’orlo di una crisi di nervi”

MONTE URANO - La lista del candidato sindaco Mazzaferro torna sui centri diurni per anziani: "Nelle assemblee ne abbiamo parlato più volte, il programma della Canigola per gli anziani è: vi faremo sapere"
Print Friendly, PDF & Email

Si fanno sempre più accesi i toni della campagna elettorale monturanese. Dopo la stilettata dal sindaco Moira Canigola, che evidenziava l’assenza nel programma elettorale del suo avversario Massimo Mazzaferro, del progetto di un centro diurno per anziani annunciato a mezzo stampa, la replica di CambiAmo M.U.sica non si è fatta attendere. Secondo la lista, “il sindaco Canigola e la sua maggioranza sembrano davvero sull’orlo di una crisi di nervi. Non si spiega diversamente l’attacco sgangherato verso la nostra proposta di attivazione di un centro diurno per anziani. C’è chi si affretta a gridare ‘L’ho detto prima io!’, ma dato che veniamo tacciati di scarsa serietà ed etichettati come venditori di fumo, qualche precisazione è d’obbligo”.

Precisano, Mazzaferro e il suo gruppo “di non aver declinato nel dettaglio, nel nostro programma, il progetto di realizzazione di centri diurni, ma parliamo di sostegno a progetti di assistenza domiciliare e di coinvolgimento attivo per anziani, in collaborazione con associazioni del territorio. Chi ha seguito i nostri incontri pubblici, ancor prima della scadenza per il deposito delle liste e dei programmi, ha avuto modo di ascoltare descrizioni più approfondite di tali intenti, in cui abbiamo espressamente parlato di centri diurni. Canigola e il Partito Democratico ne dovrebbero sapere qualcosa, dato che in alcune occasioni era presente anche qualche candidato del Pd oggi nella loro lista”.

Mazzaferro passa poi al contrattacco: “Se proprio vogliamo fare le pulci ai programmi, in quello del centrosinistra monturanese si parla genericamente di ‘residenze per anziani in centro storico’, rinviando ad un futuro ‘studio attento’ per capire di cosa si tratti. Lo staff della candidata sindaco infatti ci spiega che ‘il progetto è ancora al vaglio del gruppo di lavoro, che sta studiando le mosse necessarie’. Tradotto: amministrano Monte Urano da sempre, ma quando si tratta di parlare di progetti concreti, la risposta ai cittadini è ‘vi faremo sapere’. E quelli poco seri saremmo noi?”

Cambiamo M.U.sica rincara la dose ricordando che “la competenza in materia di politiche sanitarie è regionale e ad oggi non esiste un atto che parli di impegni riguardanti Monte Urano in materia di strutture socioassistenziali.
E se vogliamo parlare di fedeltà ai programmi, il centrosinistra non prevedeva la videosorveglianza che oggi sbandiera. L’unica traccia agli atti è la richiesta da parte delle forze di opposizione nel 2015. E vogliamo parlare della vendita della società del gas, depositata agli atti dal consigliere Michele Melonaro oggi in lista con cambiAMO M.U.sica? Loro l’hanno derisa e ridicolizzata, salvo poi adottarla qualche mese dopo. Leggiamo anche che il centrosinistra vuole proporre il taxi sociale per anziani. In pratica la stessa cosa che propose la Croce Azzurra quando, caso più unico che raro, un Sindaco ha dichiarato guerra all’associazione di pubblica assistenza della città.
Segni di vita dal Partito Democratico, dove come programma elettorale ci propinano cosa hanno fatto, non
cosa vogliono per la rinascita del paese”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti