fbpx
facebook twitter rss

Come difendere le biodiversità:
l’Associazione dei tartufai entra a scuola

AMANDOLA - Appuntamento martedì 7 maggio all'Istituto Omnicomprensivo con il presidente dell'Atam Alberto Mandozzi
Print Friendly, PDF & Email

Alberto Mandozzi

Prosegue il percorso del progetto “La scuola comunica la biodiversità e le tipicità della Comunità Locale” che Wigwam sta realizzando nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, voluto dal Ministero dell’Ambiente per sviluppare azioni di educazione ambientale nelle scuole.

Con la collaborazione dell’Istituto Omnicomprensivo di Amandola, martedì 7 maggio, si svilupperà un ulteriore passo per far meglio conoscere agli alunni le peculiarità e le qualità che sono patrimonio del territorio Parco con la collaborazione ed un intervento-testimonianza dell’Atam Sibilini (Associazione locale dei tartufai) con il suo presidente Alberto Mandozzi per illustrare come una qualità ambientale (necessaria per avere un prodotto delicato come il tartufo, specie quello bianco) possa coniugare la difesa della biodiversità con la promozione del territorio e lo sviluppo di una economia locale di pregio basata su questo prodotto.

L’Atam è protagonista da anni sul territorio per questo ed è una testimonianza di best-practice che trova forza dal connubio tra natura e turismo e capace di sviluppare filiere anche produttive locali. Sulla base di queste ed altre conoscenze che nel corso del progetto verranno fornite, poi gli studenti cercheranno di realizzare momenti di promozione e strumenti come pacchetti turistici per il rilancio di un territorio, seppur segnato da eventi come il sisma, è speciale e fortemente attrattivo grazie ai suoi elementi di biodiversità e da azioni sagaci della comunità locale.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X