facebook twitter rss

La Virtus Servigliano vola in
Serie B2, sabato la grande festa

TENNIS TAVOLO - La matricola terribile sale di categoria al termine di una stagione sportiva densa di felici emozioni. Nel week end a venire è mera passerella il match con il Montemarciano, utile però per la stretta tra squadra, società e tifosi
Print Friendly, PDF & Email

Il poker campione di categoria

SERVIGLIANO – Nel panorama nazionale di tennistavolo ha destato molto interesse e curiosità la promozione in serie B2 della Virtus Servigliano, che ha piegato la resistenza del Rimini e del Forlì (avversarie molto agguerrite) grazie a due colpacci esterni ottenuti nel girone di ritorno.

Partita in C1 come matricola, la squadra serviglianese ha inanellato una serie di vittorie davvero incredibile ed è riuscita a salire in vetta alla graduatoria, poi a involarsi solitaria verso lo storico traguardo della B2 che la annovera tra i primi 128 club d’Italia. Sabato 11 maggio, ultima giornata di campionato: la sfida interna contro il Montemarciano sarà una passerella, dal momento che la Virtus ha già in tasca la vittoria matematica del campionato.

Sarà un pomeriggio intenso, quello di sabato: si svolgerà nel palazzetto dello sport di Servigliano a partire dalle ore 15. Dopo le premiazioni della stagione 2018-2019, che riguarderanno il settore giovanile, la prima squadra e il Progetto Rugiada (sostenuto dal Comune e dal Rotary Club), sarà presentato l’innovativo corso di tennistavolo per gli studenti delle scuole elementari, medie e superiori che la Virtus promuoverà a Servigliano e ad Amandola grazie a tecnici di livello nazionale e al contributo della Fondazione Carisap.

Seguirà l’esecuzione dell’Inno di Mameli della Banda Giovanile di Montegiorgio cantato dal soprano Cinzia Dominguez. Alle ore 16, come da calendario, si disputerà l’ultimo impegno di campionato tra la Virtus e il Montemarciano, l’altra compagine marchigiane partecipante alla serie C1 che ha chiuso la stagione al quinto posto. In questi giorni i complimenti alla giovanissima Virtus (fondata nel 2012 e già protagonista di ben 4 promozioni) stanno arrivando alla dirigenza da ogni parte d’Italia. In serie B2, la Virtus duellerà con piazze storiche del tennistavolo italiano. Resterà negli annali la trasferta a Rimini, dove la Virtus era chiamata alla vittoria per sperare ancora nel salto di categoria.

I tifosi al seguito della squadra

Ebbene, in quel 9 febbraio, ottanta tifosi, giunti in Romagna con un pullman e auto, colorarono di giallorosso il palasport di Viserba di Rimini e spinsero la Virtus a ottenere un perentorio successo per 5-1 che diede il là all’altro, decisivo colpaccio esterno (il 5-3 maturato a Forlì).

Nel corso dell’attuale campionato la Virtus ha inanellato 12 vittorie di fila. Protagonisti della storica galoppata il quartetto composto da Alessandro De Vecchis (17 vittorie personali su 18 gare), Lucio Censori (20 su 24), Federico Antenucci (19 su 25) e Massimo Mosconi (8 su 14). Va detto che proprio Mosconi, storico capitano della Virtus, venne ingaggiato nel 2003 proveniente dal Cus Camerino e da allora ha firmato tutte e quattro le promozioni del team giallorosso.

Il programma di sabato prossimo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti