facebook twitter rss

Tra visite guidate e archeologia,
tre borghi del Fermano
si vestono di primavera

BELMONTE/MONTELEONE/SERVIGLIANO - Domenica 12 maggio dalle ore 9.30 aperti edifici e luoghi normalmente non visitabili. Presenti guide turistiche
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Una giornata per scoprire le meraviglie nascoste in tre borghi storici del Fermano e per approfondire i ritrovamenti emersi dalla recente campagna di scavo alla necropoli. Domenica 12 maggio le principali attrazioni turistiche di Belmonte Piceno, Monteleone e Servigliano, tre paesi situati nel cuore della Provincia di Fermo saranno aperte. E’ una iniziativa nata dalla sinergia tra i sindaci Ivano Bascioni, Marco Fabiani e Marco Rotoni, destinata a far conoscere i borghi con la loro ricchezza di palazzi, musei, chiese e monumenti che in altri periodi dell’anno risultano chiusi e non visitabili. Ciascuno con le proprie peculiarità, abbracciano un territorio che va dall’Ete vivo alla vallata del Tenna, dai Piceni ai Romani, dai Longobardi sino ai Farfensi.

Al teatro di Belmonte Piceno, accanto al museo archeologico, durante la mattinata verranno divulgati, da parte degli archeologi Joachim Weidig e Benedetta Ficcadenti, i risultati della campagna di scavo, svolta lo scorso anno. Il tutto dopo un dialogo avvenuto tra Comune e Soprintendenza delle Marche, alla luce delle importanti scoperte avvenute. Verranno tracciate anche le prospettive del patto di amicizia tra musei archeologici che coinvolgono, oltre Belmonte, anche Concordia Sagittaria (VE), Vetulonia (GR) e Verucchio (RN). Ovviamente, anche nel pomeriggio sarà possibile visitare il museo archeologico e la storica chiesa di Santa Maria in Muris, situata a poca distanza dal centro del paese.

A Monteleone di Fermo sarà possibile salire fin sulla vetta della Torre civica fatta edificare dall’abate di Farfa, Berardo III, adiacente all’antica chiesa di Santa Maria, oggi San Giovanni Battista; altri punti di interesse aranno la casa del pittore, la chiesa di San Marone in piazza Umberto I, quella della Misericordia, palazzo Pascucci-Righi e il parco dei Vulcanelli di fango. In quest’ultimo sono stati svolti lavori di miglioramento. Prossimamente vi saranno installati segnali per far capire bene dove si trovano i vulcanelli all’interno del parco stesso. Possibile anche una passeggiata guidata del paese con guide.

A Servigliano, inserito nel club del Borghi più belli d’Italia, sarà possibile visitare l’incasato urbano del centro storico, piazza Roma, a pianta quadrata, le vie circostanti, la collegiata di San Marco, il chiostro del convento di Santa Maria del Piano, il parco della Pace e l’attigua casa della Memoria con relativo museo situato all’interno della ex stazione ferroviaria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti