facebook twitter rss

Un bastimento carico di Tipicità
per il Gran Tour delle Marche
(IL VIDEO)

ANCONA - Una presentazione sicuramente fuori dagli schemi quella del Gran Tour delle Marche di Tipicità, ieri sera, a bordo della nave Anek Lines al porto di Ancona.
mercoledì 8 Maggio 2019 - Ore 11:21
Print Friendly, PDF & Email

Il direttore Angelo Serri con Massimo Cupillari, Wealth Advisor di Mediolanum Private
Banking partner del Gran Tour delle Marche

 

di Nunzia Eleuteri

Non smettono di stupire il direttore di Tipicità, Angelo Serri, e il responsabile organizzativo Alberto Monachesi che da anni rappresentano e promuovono le eccellenze della regione. Autorità e imprenditori presenti alla speciale serata al porto dell’Adriatico. Giunto al suo sesto appuntamento, il Gran Tour registra numeri rilevanti con 250.000 visitatori, oltre 300 realtà imprenditoriali e amministrative coinvolte, visibilità sulle testate giornalistiche nazionali, radio e tv. Una promozione del territorio a 360 gradi che toccherà quest’anno 28 città marchigiane in 8 mesi, dalla primavera all’inverno.

La prima tappa, in anteprima, è stata a Recanati il 24 marzo per gli assaggi d’infinto. Maggio sarà tra Cantiano e Frontone passando per Tipicità in blu ad Ancona, dal 16 al 19. Si procederà a giugno con Gustaporto a Civitanova, Domus romana a Sant’Angelo in Vado, il brodetto show a Porto Recanati, l’infiorata del Corpus Domini di Castelraimondo e l’Altro Festival a Capodarco. Altre interessanti iniziative si terranno in estate e in autunno per concludere poi a Fermo il 24 novembre con la “Città Natale” che è ormai diventata la tappa di inizio inverno per eccellenza riscuotendo grande successo.

Sulla Anek Lines, a fare gli onori di casa, l’amministratore delegato Massimo Di Giacomo, accanto al direttore di Tipicità Angelo Serri che, con orgoglio, ha elencato i numeri dell’evento e illustrato il programma (video allegato): “Il modo migliore per promuovere le Marche è viverle – ha esordito Serri – il Gran Tour è una iniziativa che abbiamo varato con Anci Marche e i sindaci delle realtà locali. Abbiamo fatto molta strada insieme passando da 10 tappe del 2014 a 28 tappe odierne. Un’esperienza unica in Italia, di cui possiamo vantarci perché vediamo che qualche regione la sta replicando”.

Il direttore di Tipicità, Angelo Serri, con il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro

Soddisfazione espressa anche dal sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro, che ha sottolineato l’importanza di promuovere le eccellenze dei singoli paesi marchigiani al di fuori delle mura degli stessi. Un concetto ripreso anche dal presidente Anci Marche e sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi: “Abbiamo costruito un rapporto importante tra Tipicità e Anci Marche partendo da Expo dove la nostra regione ha potuto mostrare i suoi punti di forza grazie alla piattaforma di Tipicità che ha fatto l’incredibile sforzo di metterci in rete. Anche essere qui ad Ancona per valorizzare il nostro sapere essere e saper fare è un grande elemento di valore che vogliamo continuare a perseguire”.

A proposito di piattaforme il direttore Angelo Serri ha sottolineato l’importanza di quella informatica messa a disposizione da Pluservice dell’imprenditore Giorgio Fanesi approfittando così per ringraziare anche gli altri partners del Gran Tour: Eliplan edizioni, Moncaro, MyCicero, Di Battista, Fintel, GetBy, Grotte di Frasassi, Anek Lines e Sbrolla Frutta. Tra questi la novità dell’anno come Project partner, Mediolanum, nello specifico “Banca Mediolanum” e “Mediolanum private banking” rappresentati da un wealth advisor di riferimento nazionale, il marchigiano Massimo Cupillari che ha così motivato la partnership: ”Siamo di fronte ad un tour che abbraccia singole persone, territori e aziende. Non ho esitato perciò a presentare l’iniziativa alla direzione generale che ha condiviso l’idea di essere accanto a Tipicità. Ci piace essere partner del progetto e portare contenuti oltre la visione del marchio. Cercheremo di essere utili a sviluppare quella cultura finanziaria che a volte manca ma non vogliamo limitarci a questo; l’intenzione è piuttosto quella di dedicare maggiore attenzione ad una cultura del territorio nel suo complesso”.

Per il comune di Ancona, sulla Anek Lines, l’assessore alla cultura Paolo Marasca: ”Benvenuti al porto – ha esordito – Tipicità in blu è nata in contemporanea al Gran Tour delle Marche. Eravamo convinti della bontà dell’iniziativa e della forza della rete e abbiamo voluto lavorare sul legame tra la città e il mare e la sua complessità che comprende turismo e lavoro. Questi appuntamenti a bordo di una nave – ha concluso l’assessore – sono estremamente significativi perché le navi mettono in rapporto persone e territorio. Proprio come Tipicità”.

Il direttore di Confcommercio Marche, Massimiliano Polacco, ha rafforzato il concetto sottolineando come Tipicità abbia saputo valorizzare l’unicità di una regione mettendo a sistema le iniziative che sono tappe ricercate dai turisti. Tra i presenti anche il prof. Gian Marco Revel delegato dal Rettore dell’Università delle Marche: ”Tipicità rientra a pieno titolo in tutte le nostre iniziative – ha spiegato – e racchiude tutto ciò che l’università insegna agli studenti, dall’economia al marketing. Non possiamo quindi fare a meno di percorrere questa strada insieme nella nostra regione”.

La fisarmonica di Castefidardo

Il susseguirsi delle presentazioni dei singoli eventi, iniziato con la musica della fisarmonica di Castelfidardo promossa dall’assessore Ruben Cittadini, è stato accompagnato da un piacevole aperitivo e successiva cena a base di piatti greci nella sala ristorante della Anek Lines a rendere sempre più solido il rapporto tra imprenditori ed amministratori presenti. Molti di loro saranno ancora insieme venerdì prossimo per la presentazione dell’imminente appuntamento con Tipicità in blu.

Per il Fermano, oltre al sindaco della città capoluogo di provincia, culla di Tipicità, e il partner Mediolanum Massimo Cupillari di Montegiorgio, anche il presidente della Steat Fabiano Alessandrini, l’imprenditore Gian Luca Sbrolla dell’omonima azienda Sbrolla Frutta, Fausto Bottoni di GetBy e l’assessore di Porto San Giorgio, Elisabetta Baldassarri per la presentazione della tappa del vero brodetto sangiorgese che sarà il 6 settembre nella cittadina rivierasca.

LE FOTO

Il direttore di Tipicità e il presidente Anci Marche, Maurizio Mangialardi

 

Da sx: l’assessore alla cultura del comune di Castelfidardo, Ruben Cittadini, con Alberto Monachesi, responsabile organizzativo di Tipicità

 

L’imprenditore Gian Luca Sbrolla, il direttore generale di OTS Spa, Daniela Bernardi, la PR di Popsophia, Daniela Squadroni

 

Il presidente della Steat Fabiano Alessandrini e consorte

 

In alto da sx: Emanuele Di Pietro, Fausto Bottoni, Luca Facchini, Gian Luca Sbrolla.
In basso: Stefania Di Battista e Dunia Romoli

 

Fausto Bottoni, imprenditore della Tecnogeneral, partner di Tipicità

 

Il presidente Steat Fabiano Alessandrini

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X