facebook twitter rss

Salvezza allo Sporting,
Victoria all’ultimo step

SERIE D - Con i rivieraschi al riparo da ulteriori rischi, ai fermani rimane un'ultima possibilità di tutelare la categoria: avere la meglio dalla risultante della sfida tra San Severino e Porto Potenza. Gara uno sabato 18 maggio
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Lo Sporting vince anche gara 2 a Fermo e stacca il pass per la sospirata salvezza.

Tutto rinviato invece per la Marcozzi che ora dovrà affrontare l’ultimo turno dei play out con la perdente dello scontro San Severino – Porto Potenza.

LE SQUADRE

VICTORIA BASKET FERMO 62: Mancini 6, Cinti 12, Centonza 1, Santori ne, D’Onofrio 2, Antinori 11, Pierantozzi 11, Edraoui ne, Pelacani 3, Hoxha ne, Mastroianni ne, Belleggia 16. All. Pasquali

SPORTING PORTO SANT’ELPIDIO 77: Balilli 21, Marcantoni 2, Ndour 4, Toto 18, Rapagnani 2, Marconi 16, Orsini 4, Rosettani 8, De Sousa 2, Mignani ne, Cappella M., Marozzini. Cappella R.

LA CRONACA

Eppure i ragazzi di Pasquali ce l’hanno messa tutta sotto il profilo dell’impegno, giocando una gara seppur costellata dai soliti errori ( palle perse e tiri liberi da brivido) che è stata per larghi tratti in equilibrio ed ha visto Belleggia e compagni alzare bandiera bianca solo nell’ultimo minuto e mezzo di gioco quando il gap è tornato in doppia cifra ed alla sirena finale era 62 a 77.

13 – 15 al primo intervallo e 33 – 37 a quello di metà gara la dicono lunga sull’andamento della partita, seppur gli ospiti l’abbiano sempre condotta. La possibilità ad inizio ripresa di passare avanti viene pero’ gettata alle ortiche sul 39 pari per la scellerata gestione di un contropiede dopo aver recuperato la palla. Da questo momento in poi un mega parziale di 3 a 17 per gli ospiti porta la contesa decisamente verso lo Sporting il quale va all’ultimo riposo avanti per 45 a 62.

Sembra ormai chiusa la pratica ma l’orgoglio dei fermani e forse l’aver considerata già vinta la gara per gli elpidiensi, fanno si che tra recuperi e qualche tripla si arrivi a 4 minuti dal termine sul 60 a 66 e palla in mano che pero’ per ben due attacchi di seguito viene malamente gestita. Il grandissimo rammarico a questo punto della gara a circa tre minuti dal termine è la clamorosa percentuale ai liberi per i fermani e cioè 12 su 28 e le 26 palle perse; numeri incredibilmente deficitari che solo dimezzati avrebbero senza dubbio contribuito a costruire un altro tipo di finale.

Gli ospiti sono abbastanza precisi dalla lunetta invece durante il fallo sistematico e il gap finale torna alle quindici lunghezze. Adesso in attesa di conoscere chi sarà l’ultimo avversario da affronterà, bisognerà resettare immediatamente la testa e allenarsi ancor più intensamente per portare a casa la soffertissima salvezza. Se l’avversario fosse San Severino ( in vantaggio 1 a 0 attualmente) si giocherà ancora con il fattore campo sfavorevole, nel caso in cui fosse Porto Potenza, sarebbe la Marcozzi ad avere tale vantaggio. Si ricomincia con gara 1 sabato 18 maggio

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti