facebook twitter rss

Piano del parco dei Sibillini a una svolta,
entro maggio valutazione
delle osservazioni

SIBILLINI - Il presidente Gentilucci: "È interesse del Parco e dei sindaci arrivare ad una approvazione condivisa e celere per consentire l’adozione di tutti quegli atti che potranno aiutare a far ripartire il territorio"
Print Friendly, PDF & Email

Alessandro Gentilucci

Il Piano del Parco è uno strumento di programmazione fondamentale per lo sviluppo del territorio dei Sibillini poiché indica quelle che sono le linee strategiche per un corretto inquadramento dell’area vista quale ‘sistema centrale’ di un insieme di relazioni di tipo naturalistico, sociale ed economico.

L’iter di approvazione si è rivelato complesso, anche a fronte dei 1246 quesiti istruiti dagli uffici del Parco a seguito delle osservazioni al Piano promosse da Comuni, enti ed associazioni. Ora siamo ad un punto di svolta – sottolinea il presidente del Parco, Alessandro Gentilucci – perché vogliamo necessariamente chiudere la valutazione delle osservazioni al Piano. Per questo abbiamo ribadito ai sindaci dei Comuni interessati, la disponibilità, per tutto il mese di maggio, a discutere insieme con i responsabili degli uffici del Parco le osservazioni presentate cogliendo questa ulteriore opportunità.

La sede del Parco dei Monti Sibillini

Poi considereremo chiuso lo step valutazione e potremo affrontare i successivi percorsi fino all’approvazione definitiva del Piano che, ad oggi, è stato adottato dalle regioni Marche ed Umbria e sottoposto allo screening per la valutazione d’incidenza come richiesto dal Ministero dell’Ambiente. È importante verificare la coerenza dei piani regolatori con il Piano del Parco anche alla luce dei recenti eventi sismici per non incorrere in situazioni di criticità”. “È interesse del Parco e dei sindaci – prosegue Gentilucci – arrivare ad una approvazione condivisa e celere di questo strumento per consentire l’adozione di tutti quegli atti conseguenti che potranno aiutare a far ripartire il territorio sul piano economico, urbanistico, sociale ed ambientale. Siamo stati fermi per troppo tempo, ora è il momento di ripartire e dare un segnale forte affinché tutti siano consapevoli della necessità dell’approvazione del Piano”.
Ai sindaci dei Comuni del Parco è stata inviata nei giorni scorsi una lettera proprio per ribadire la disponibilità a chiudere l’iter delle valutazioni delle osservazioni, una disponibilità già resa nota nel novembre del 2017 ma che aveva però raccolto una poco significativa adesione. Pertanto, gli uffici del Parco saranno a disposizione degli interessati nei giorni di martedì e giovedì per tutto il mese di maggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti