facebook twitter rss

Sant’Elpidio fa festa:
riaperto Parco Bartolucci

SANT'ELPIDIO A MARE - Bimbi della scuola infanzia e una delegazione di ragazzi delle medie per il taglio del nastro del polmone verde appena fuori dal centro storico, Terrenzi:"Ritroviamo uno spazio caro a tutta la città"
Print Friendly, PDF & Email

di Pierpaolo Pierleoni

Si è riaperto stamattina il cancello di Parco Bartolucci. Dopo un lungo periodo di chiusura, il polmone verde appena fuori dal centro storico torna fruibile. Un momento di festa al quale l’Amministrazione comunale ha voluto i principali fruitori dell’area, i bambini. C’erano infatti tutte le classi della scuola infanzia capoluogo, oltre ad una delegazione di ragazzi della media Bacci. L’inaugurazione è stata anche, infatti, l’occasione per premiare i vincitori del concorso Pro Patria, per i migliori disegni celebrativi delle feste del 25 aprile e del 2 giugno.

Il Bartolucci torna a disposizione, con i suoi alberi storici, nuovi fiori e piante installati per arricchire l’area, panchine e nuovi giochi per l’infanzia, oltre ad un rinnovato impianto di illuminazione e ad una corposa manutenzione di tutto il patrimonio arboreo. “E’ una giornata speciale, ritroviamo il polmone della città – esulta il sindaco Alessio Terrenzi – Avremmo voluto riaprire sabato scorso, in concomitanza con la festa dei bambini, ma il meteo non è stato d’accordo. Abbiamo scelto allora un venerdì mattina, in modo da coinvolgere le scuole ed anche le tante persone che frequentano il mercato settimanale di via Moro. Sant’Elpidio a Mare ha tante aree verdi, riqualificarle tutte non è semplice, ma col tempo, progressivamente, le andremo a migliorare tutte. Qui abbiamo anche previsto uno spazio dedicato alla lettura, ci piace pensare che questo spazio possa essere occasione di aggregazione, ma anche stimolare i più piccoli, e non solo, a leggere. Grazie anche all’Ordine dei cavalieri di Malta per aver provveduto a donare la statuetta della Madonna che torna a campeggiare nella grotta del parco”. Su un lato della casetta all’interno del parco è infatti allestita una cassetta in legno, donata da Gianni e Denise Marsili, all’interno della quale si potranno gratuitamente prelevare dei libri da leggere durante le soste al giardino. C’è anche l’invito, alle scolaresche, ad “adottare” un pezzetto di verde. “Abbiamo nuove piantine ed aiuole che hanno bisogno di essere curate ed innaffiate – spiega l’assessore Stefania Torresi – vorremmo associare ad ognuna una targhetta di una classe, invitando voi bambini a prendervene cura”.

Ad aprire la mattinata, appena dopo il taglio del nastro, l’inno di Mameli eseguito dal gruppo dei musici della Pasquella. Poi la benedizione del parroco don Enzo Nicolini. “E’ una gioia partecipare ad un momento come questo, uno spazio di aggregazione per bambini e famiglie dove rilassarsi e far crescere nuove amicizie”. Ringrazia anche la dirigente dell’Isc Bacci Teresa Santagata, che pensa già all’uso futuro per gli alunni. “Mi auguro che a giugno, insieme alle insegnanti, i bambini possano avere l’opportunità di utilizzare questi spazi per gli ultimi giorni dell’anno scolastico”. Tocca poi ai ragazzi della media Bacci, Daniele Mureni della I A, e Lorenzo Verdiccio della III D, ricevere attestato ed assegno come vincitori del concorso Pro Patria.

C’è anche, a rappresentare la famiglia Torresi, proprietaria del calzaturificio Manuelita, Roberto Vallasciani. Gli imprenditori hanno firmato ormai un paio d’anni fa un preliminare per acquistare, dall’Istituto suore della riparazione, sia il parco che palazzo Bartolucci. I Torresi hanno assicurato al Comune la volontà di mantenere comunque l’utilizzo pubblico per l’area verde. “Giordano e Manuelita Torresi non possono essere qui stamattina, ma condividono questo momento di gioia per la comunità. Anche per l’edificio ci sono progetti ambiziosi, che da un lato rientrano nell’interesse imprenditoriale, ma dall’altro vogliono riqualificare Palazzo Bartolucci, offrendo servizi per la collettività”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti