facebook twitter rss

‘Fermo sui Libri’:
Riccardo Iacona presenta
i suoi ‘Racconti d’Italia’

FERMO - Il giornalista sarà ospite del Fermo-Forum di Fermo, il 16 maggio alle ore 21,15, con un toccante intervento dal titolo Racconti d’Italia
Print Friendly, PDF & Email

Riccardo Iacona

“Dopo la sagace partenza con Furio Colombo e il suo intervento sui concetti di confini e di straniero, Fermo sui Libri continua il suo percorso alla ricerca della ragionevolezza e del buonsenso in un mondo che sembra virare con una sorta di forza centrifuga incontrollata verso l’estremismo e la perdita di ogni controllo sulle proprie forze intellettive.

Il fil rouge di questa edizione, cum grano salis, vuole tornare – spiegano gli organizzatori della kermesse culturale – alla radice del buon senso e farla di nuovo patrimonio comune. Per i latini, infatti, la parola sal non indicava solamente il mero sale da cucina, ma anche la capacità dell’homo sapiens di usare il proprio intelletto, un intelletto capace di scrutare le cose in maniera indipendente e curiosa, di mettere i problemi del singolo e della comunitá nella giusta prospettiva e di cercare con tutte le proprie forze e le proprie conoscenze nuove e vecchie maniere di risolverli.

Un grano di sale, diceva per l’appunto Plinio il Vecchio, è quello che va aggiunto ad ogni antidoto affinché faccia effetto; un grano di sale (in zucca) è quello che Fermo sui Libri vuole aggiungere all’estate fermana per avviarla verso un futuro di fermento e novità.

Stavolta a mettere il proprio granello di sale nella pozza della riflessione è un giornalista, un presentatore televisivo, ma soprattutto un uomo che non smette mai di mettere in dubbio la realtà e di indagarla in tutte le sue pieghe per averne una esaustiva visione d’insieme, stiamo parlando di Riccardo Iacona, che il 16 maggio sarà ospite del Fermo-Forum di Fermo, alle ore 21,15, con un toccante intervento dal titolo Racconti d’Italia.

Riccardo Iacona è nato a Roma nel 1957 e si laurea cum lode in Discipline dello Spettacolo presso l’Università di Bologna nel 1987. La sua grande passione è però il giornalismo, soprattutto televisivo, ed è sulla scia di questa passione che comincia un’esperienza di aiuto regista a Rai 3 per programmi come Samarcanda, Il Rosso e il Nero e Tempo Reale. Qui incontra Michele Santoro, di cui diverrà fraterno amico e collaboratore; sarà infatti al suo fianco per la regia di programmi di successo come Circus, Sciuscià e Moby Dick.

Iacona comincia parallelamente la sua attività da telegiornalista d’inchiesta, girando reportage ricchi di ricerca di chiarezza, di emotività e di sincera empatia per le realtà trattate, come il celebre Pane e Politica, girato nel 2007, sulla vita quotidiana della politica italiana a vari livelli, dal comune alla provincia, dalla regione alla nazione. Seguirà nel 2008 un delicatissimo reportage sulla guerra del Kosovo e sulla guerra in Afghanistan, dal titolo ‘La guerra infinita’, che verrà trasmesso con enorme successo di pubblico su Rai 3. Dal 2009 è protagonista del programma di giornalismo ed attualità Presa Diretta, che lo ha portato al successo e grazie al quale ha raccontato al grande pubblico non solo gli scandali e gli abusi di potere dei potenti, ma anche l’enorme difficoltà dell’Italia ad attraversare gli anni della crisi.
A Fermo sui Libri presenterà Racconti d’Italia, sei reportage su sei grandi questioni con cui l’Italia è chiamata a fare i conti oramai da decenni, come la violenza dei mercati sulle piccole realtà economiche, l’incredibile sfruttamento economico e declassamento giudiziario di un evento naturale come il matrimonio, le battaglie dei giovani ricercatori italiani in Italia e non, l’organizzazione gerarchica della sanità e gli scandali ospedalieri, i fattori della rovina del mercato immobiliare, e persino le pessime riforme e l’ormai cronico malfunzionamento della giustizia e dei tribunali. Temi di attualità scottanti, che la politica di oggi ha assai poca voglia di discutere, ma che per Riccardo Iacona e per l’attento pubblico di Fermo sui Libri sono un’occasione di imperdibile riflessione e propositività per il futuro”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti