fbpx
facebook twitter rss

Sui passi della storia del cappello, studenti dell’Ipsia Moda in vista al cappellificio Sorbatti

MONTAPPONE - Soddisfazione di studenti e docenti al seguito per una lezione veramente particolare, con i complimenti al Vice Console Maurizio Valentini per la perfetta organizzazione e il grazie al Cappellificio Sorbatti per la squisita ospitalità
Print Friendly, PDF & Email

 

L’associazione Maestri del Lavoro di Ascoli e Fermo ha collaborato attivamente con la Sezione Moda dell’Ipsia Ostilio Ricci di Fermi per l’ottima riuscita di un viaggio di studio degli studenti delle classi 3°e 4° Moda dell’istituto fermano, che accompagnate dalle Prof. Carmela Calabrò, Rossella Di Simone e Maria Cecilia Ceci hanno fatto  un’interessante visita guidata a Montappone ritenuta a ragione, insieme alle altre realtà della zona, la culla europea della lavorazione del cappello. Presenti i Maestri del Lavoro Maurizio Valentini e Vita Marina.

Oltre la visita al Museo del Cappello, nel quale c’è la storia di questo vecchissimo complemento di abbigliamento, dalla raccolta della paglia alla selezione, dall’intrecciatura alla cucitura, fino alla decorazione e finitura del cappello, hanno potuto assistere anche alla dimostrazione di due simpaticissime Trecciarole che vogliono tramandare la lavorazione della paglia. Quindi visita alla Mostra del Cappellaio Matto dove sono esposti cappelli particolarissimi, alcuni vere e proprie opere d’arte. Infine la parte più interessante dal punto di vista scolastico con la visita al cappellificio e berrettificio Sorbatti dove han potuto toccare con mano l’organizzazione di una importante azienda del settore.

Soddisfazione di studenti e docenti al seguito per una lezione veramente particolare, con i complimenti al Vice Console Maurizio Valentini per la perfetta organizzazione e il grazie al Cappellificio Sorbatti per la squisita ospitalità ed alla Regione Marche che ha sostenuto con il suo contributo l’iniziativa.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X