facebook twitter rss

Distretto del Cappello tra presente e futuro:
gli imprenditori incontrano
i candidati sindaco di 4 Comuni

ECONOMIA - Appuntamento mercoledì 15 maggio, alle ore 18.15 nel Municipio di Montappone, con i candidati sindaco di Massa Fermana, Monte Vidon Corrado, Falerone e, appunto, Montappone. Il punto di Paolo Marzialetti, presidente nazionale Settore Cappello e vicepresidente Federazione Italiana TessiliVari
Print Friendly, PDF & Email

Gli imprenditori del Distretto del Cappello convocano i candidati sindaco di 4 Comuni dell’entroterra che andranno al voto, per un confronto sulla situazione del comparto e sulle prospettive future: a darne notizia è Paolo Marzialetti, presidente nazionale Settore Cappello e vicepresidente Federazione Italiana TessiliVari, che spiega come l’incontro in programma mercoledì 15 maggio, alle ore 18.15 nel Municipio di Montappone, sia di straordinaria importanza.

“La scelta di convocare i candidati sindaci di Massa Fermana, Montappone, Monte Vidon Corrado e Falerone – spiega – è da considerare anche per la sua centralità all’interno di quello che viene ormai universalmente riconosciuto come il Distretto del Cappello più importante d’Europa. Ai futuri nuovi o riconfermati sindaci abbiamo chiesto dunque di rendersi disponibili a confrontare le proprie posizioni e quelle della lista che rappresentano con gli altri candidati sindaco dei comuni del Distretto del Cappello e con gli imprenditori presenti in una tavola rotonda molto discorsiva ed informale, possibilmente tenendo conto dei temi da noi suggeriti che riteniamo particolarmente cari agli operatori del Distretto”.

Numerosi gli argomenti al centro dell’incontro di mercoledì:

• Implementazione della gestione unitaria dei servizi nell’interesse delle aziende dei Comuni facenti parti del Distretto del Cappello.

• Interventi in termini di infrastrutture materiali ed immateriali visti anche nell’ottica di un Distretto produttivo con una forza lavoro e delle maestranze da salvaguardare, valorizzare e riqualificare anche attraverso i processi produttivi e formativi.

• Iniziative a livello di “promozione” ed “immagine” nella prospettiva di un maggiore coinvolgimento ed appartenenza alla comunità distrettuale, anche in virtù delle eccellenze presenti nei singoli comuni quali la Pinacoteca ed il Centro Studi Carlo Crivelli a Massa Fermana, il Museo del Cappello e la Mostra Permanente il Cappellaio Pazzo a Montappone, la Casa Museo ed Il Centro Studi Osvaldo Licini a Monte Vidon Corrado, oltre al Museo e l’Area Archeologica di Falerone.

• Eventuale “unificazione” dei Comuni che sono parte integrante del Distretto del Cappello, anche alla luce delle problematiche relative alla ricostruzione post terremoto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti