facebook twitter rss

Il centrosinistra si ricompatta
Pd e Articolo Uno all’unisono:
“Ecco le proposte per uscire dalla crisi”

POLITICA - Il punto dopo le prove di dialogo circa la verifica di un campo progressista mostrate il 7 luglio 2018 in occasione della Festa de l’Unità tenutasi Sant’Elpidio a Mare
giovedì 16 Maggio 2019 - Ore 10:58
Print Friendly, PDF & Email

Il 26 maggio, in coincidenza con l’appuntamento delle elezioni europee, i cittadini di 23 comuni della Provincia di Fermo saranno chiamati a rinnovare il consiglio comunale e ad eleggere il nuovo sindaco.

“Dopo il riaffermarsi, lo scorso anno, del centrosinistra alla guida del governo della Provincia di Fermo, che ha seguito le riconferme nei comuni di Ancona e Porto Sant’Elpidio del dopo elezioni politiche – commentano dal Partito Democratico e da Articolo Uno Mdp – si presenta l’occasione di ancor più rafforzare, la scelta di una proposta unitaria del centrosinistra nel suo insieme, sia per il governo delle comunità locali sia per il governo dell’Europa e del Paese.

Se è vero, a livello più generale, che le forze populiste e di destra sembrano formulare un messaggio ancora efficace sul piano mediatico, si evidenzia tuttavia ed in maniera crescente, anche nella proposta di governo per le comunità locali, la debolezza, l’angustia e l’inconsistenza delle soluzioni da loro avanzate per uscire dalla grave crisi economica, sociale ed istituzionale in atto.

Ci si offre, pertanto, l’occasione di presentare agli elettori un’idea nuova di governo dell’Europa e del territorio che muovendo dalla centralità del lavoro possa garantire un nuovo modello di sviluppo.

Tutela dell’ambiente, uso razionale e responsabile di tutte le risorse, naturali ed umane, valorizzazione dell’agricoltura e del turismo, investimenti sulla manutenzione del territorio..

Temi come quello delle infrastrutture viarie, delle politiche a sostegno dei giovani alle prese con la precarietà del lavoro, delle politiche sociali volte a ridurre le diseguaglianze, della lotta alla povertà, dell’immigrazione e delle politiche per l’integrazione e l’accoglienza (anche attraverso il basilare ruolo degli SPRAR), della sicurezza nelle nostre città, richiedono un serio impegno e risorse necessarie per affrontarli”.

In questo quadro secondo i responsabili dei due partiti, la nuova proposta unitaria della sinistra, nel più ampio quadro del centrosinistra, debba assumere nel territorio fermano come prioritari tre temi:

1) La fondamentale questione della crisi del settore calzaturiero con molti posti di lavoro a rischio e con piccole-medie imprese in difficoltà. “Serve una politica che, senza slogan, sappia invertire la rotta ed avanzare misure di tipo strutturale. In questo senso riteniamo che l’iniziativa messa in campo dalla Provincia di Fermo attraverso il Tavolo per lo Sviluppo e la concretizzazione dell’Area di crisi complessa promossa e sostenuta dalla Regione Marche, vadano, nel costante dialogo colle parti sociali, con forza riaffermate nel loro percorso”.

2) “È ancora aperta inoltre, in larga parte delle aree interne della nostra provincia, la ferita inferta dal sisma. Il tema della ricostruzione non può essere dimenticato e cancellato dall’agenda politica come sta accadendo con questo Governo. Il sostegno a queste comunità, sia nella ricostruzione che nello sviluppo economico è prioritario sotto ogni aspetto. Occorre dunque procedere partendo da quel “Patto della ricostruzione e lo sviluppo” il cui avanzato progetto, siglato ad agosto dello scorso anno, ha visto protagonista la concertazione tra le migliori energie e competenze, dalle Università a tutte le rappresentanze delle parti sociali, di categoria ed istituzionali della nostra Regione”.

3) Attenzione particolare anche alla sanità, pubblica e gratuita, che, oltre alla basilare questione dei presidi ospedalieri nelle sue connotazioni di primo intervento, ricovero, criticità di liste di attesa, “deve essere in grado di affrontare le crescenti realtà della cronicità e della fragilità con un particolare occhio di riguardo alle fasce di popolazione svantaggiate”.

“Le problematiche che abbiamo davanti richiedono una visione articolata d’insieme ed una classe politica preparata ad affrontarle con una proposta di soluzione concreta. Già prove di dialogo circa la verifica di una campo progressista si erano mostrate allorquando il 7 luglio 2018, in occasione della Festa de l’Unità tenutasi Sant’Elpidio a Mare, il segretario provinciale del Pd Fabiano Alessandrini, il coordinatore provinciale di Articolo Uno Alessandro Del Monte ed il comitato federale del Partito Comunista Italiano con Renzo Interlenghi si erano, con coinvolgimento e passione, confrontati sul tema della serata dal titolo ‘Idee e progetti per la sinistra di domani’, restituendone, pur nella autonomia di identità e prerogative, una impressione positiva circa l’esigenza di ricercare un’intesa sulle grandi questioni del Paese e sulle tematiche fondamentali del territorio fermano”.

Sulla base di queste priorità di programma, Pd, Articolo Uno e le tante forze civiche che in tutte le realtà territoriali fungono da spinta e da supporto al campo largo del centrosinistra, “hanno approntato liste elettorali qualificate ed aperte, per governare l’Europa ed il nostro territorio con coerenza programmatica in un progetto complessivo ben determinato, nella consapevolezza che occorra altresì lavorare, e molto, sui processi politici di coinvolgimento ed inclusione delle persone, delle loro istanze in una visione comune”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X