facebook twitter rss

Il Fermano saluta l’ottava
tappa del Giro d’Italia 2019

CICLISMO - Frazione compresa da Tortoreto a Pesaro, con le strade della nostra provincia solcate dalla prestigiosa carovana "in rosa" tra Pedaso a Porto Sant'Elpidio, passando per Porto San Giorgio, momento in cui i due fuggitivi, Marco Frapporti e Damiano Cima, imponevano al resto del gruppo ben cinque minuti di vantaggio
Print Friendly, PDF & Email

 

dall’inviato Tiziano Vesprini

in redazione Paolo Gaudenzi

PORTO SAN GIORGIO – Suggestivo, come sempre, il passaggio del serpentone a due ruote nel territorio fermano.

Per l’occasione giornaliera eccoci davanti al transito dell’ottava tappa del Giro d’Italia (239 km, partenza da Tortoreto con arrivo a Pesaro, la più lunga del programma 2019), con la carovana a solcare le strade di provincia alle 10.45 (primi mezzi pubblicitari), a riempire i bordo strada da Pedaso a Porto Sant’Elpidio.

Tema competitivo in risalto però, poco dopo, nei pressi del casello autostradale di Porto San Giorgio, dove si sono messi in mostra i due fuggitivi di giornata: gli italiani Marco Frapporti e Damiano Cima, a solcare con un anticipo di cinque minuti di vantaggio sul resto del gruppo compatto, dove non è stato difficile poi individuare la Maglia Rosa (leader della Classifica Generale a tempo) Valerio Conti, la Maglia Ciclamino (leader Classifica a Punti) Pascal Ackermann, la Maglia Azzurra (leader classifica Gran Premio della Montagna) Giulio Ciccione ed infine la Maglia Bianca, quella posta sulle spalle del pesarese Giovanni Carboni, quale leader della Classifica Giovani ed eccezionalmente al terzo posto della Classifica Generale.

 

Ampia fotogallery

Foto set Tiziano Vesprini


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X