facebook twitter rss

Videosorveglianza, Ocr installate
a Marina palmense e Capodarco:
in arrivo altre 15 telecamere

FERMO - Eseguiti intanto i lavori di palificazione e canalizzazione per le 62 telecamere di Lido Tre Archi del bando Periferie
Print Friendly, PDF & Email


“Sul sistema di videosorveglianza in grado di coprire l’intero territorio comunale si lavora alacremente. Si procede spediti su più fronti in modo da coprire tutti i quartieri cittadini con questo ausilio in tema di sicurezza”. E il Comune passa in rassegna gli occhi elettronici, attuali e in arrivo, per la città.
Due telecamere sono già attive da poco tempo a Lido di Fermo, un Ocr (ovvero capace di rilevare le targhe di auto ai fini della sicurezza) a Marina Palmense e un altro Ocr a Capodarco.
Ad implementare e rafforzare il sistema in arrivo altre 15 telecamere del bando Sicurezza (a Marina Palmense e Casabianca Ocr, altri impianti sulla costa, in centro, a Capodarco e a Santa Petronilla).
Per quel che riguarda invece il sistema che verrà attivato a Lido Tre Archi, facendo seguito alla partecipazione del Comune di Fermo al bando Periferie, è terminata la prima fase dei lavori che ha riguardato la creazione dei canali per poter consentire il passaggio delle linee sia per la pubblica illuminazione che delle telecamere e l’installazione di pali.
Seguirà la fase di installazione dei dispositivi veri e propri: si tratta di ben 62 telecamere di cui 57 comuni e le restanti 5 Ocr. Un piano approvato anche dal recente Comitato per l’Ordine e la Sicurezza presieduto dal prefetto Vincenza Filippi.

“Sicuramente in questi quattro anni – ha detto il sindaco Paolo Calcinaro – c’è stato un grandissimo lavoro di copertura, di aggiornamento del sistema di videosorveglianza e controllo. Auspichiamo che questo sistema e questa tecnologia possano essere utili anche a posteriori nelle indagini, oltre che come deterrente. Ci si è concentrati anche molto su quartieri importanti come Lido, Capodarco, Torre di Palme, Marina Palmense. Stiamo lavorando molto proficuamente con la prefettura per arrivare a sistemi di integrazione con le banche dati ministeriali per rendere sempre più sinergico il lavoro con le forze dell’ordine che ringrazio, ma anche più immediato e utile il riscontro dato da queste nostre tecnologie. La prospettiva è forte, è fondamentale anche per Lido Tre Archi visto il sistema massivo che ci sarà, anche a tutela dei lavori di riqualificazione che sono in itinere”.

“Dunque il progetto che questa amministrazione ha in mente per coprire la quasi totalità del territorio comunale prosegue – ha detto l’assessore alla Polizia municipale, Mauro Torresi – e sarà in grado così di poter coadiuvare nel già prezioso ed efficiente lavoro d’indagine le forze di polizia. Questo ci conforta nell’andare avanti con sempre maggiore impegno verso questo deterrente”.
Sistema complessivo di videosorveglianza per cui il Comune di Fermo è stato invitato insieme ad altri Comuni a Macerata nei prossimi giorni per un tavolo di confronto e di approfondimento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page





Gli articoli più letti


X