facebook twitter rss

Match ball Sutor,
Valdiceppo domata in casa
IL VIDEO

SERIE C GOLD - Gara tre di finale playoff sorride alla Premiata con il netto punteggio di 78-59. Mercoledì alle 21.30, sempre sull'infuocato parquet della Bombonera, la possibilità di staccare il pass diretto per la Serie B
Print Friendly, PDF & Email
La samba sutorina al termine di gara tre - video di Nunzia Eleuteri

La palla a due di serata all’interno dell’indiavolato palace di via Martiri d’Ungheria

 

di Paolo Gaudenzi

MONTEGRANARO – Una festa di popolo. La Bombonera di via Martiri d’Ungheria nel tardo pomeriggio odierno ha rivissuto le incandescenti atmosfere radicate (ma mai cancellate dalla mente e dal cuore dei tifosi) negli anni scorsi, regalando agli oltre 800 presenti al catino ribollente emozioni da categorie superiori. 

Ed eccolo infatti ad un passo il richiamo al salto di serie, con gara quattro playoff in programma mercoledì prossimo, sempre sul parquet calzaturiero, a rappresentare il primo match ball per un escaltion che ha sempre conosciuto, dai primi passi della ripartenza societaria, la somma gloria di fine torneo stagione dopo stagione.

Questa sera c’è stata anche una netta forbice con i valori maturati sulla sirena, con i due punti cioè riconducibili al successo di gara due, ed i quattro costati la sconfitta all’esordio della serie, diventanti ben 19. Che siano dunque un buon viatico per la nuova, decisiva, tappa che vede ora la Premiata avanti 2-1.

IL TABELLINO

SUTOR PREMIATA MONTEGRANARO 78: Lupetti 10, Rossi 3, Di Angilla 2, Ciarpella F. 11, Valentini 17, Sabatini, Selicato 5, Bartoli 7, Temperini 23, Mosconi. All. Marco Ciarpella

SICOMA BASKET ACADEMY VALDICEPPO 59: Casuscelli 18, Grosso 2, Meschini 9, Peychinov 17, Speziali 4, Quondam 5, Burini, Okon 2, Anastasi, Ciancabilla, Landrini ne, Gazineo 2. All. Salvatore Formato

ARBITRI: Lanciotti ed Di Santo

PARZIALI: 23-21, 14-7, 22-20, 19-11

PROGRESSIVI: 23-21, 37-28, 59-48, 78-59

LA CRONACA

Parte lesto Lupetti. E’ infatti il numero 3 di coach Ciarpella a rompere l’equilibrio nello spaccato iniziale di una sfida che, dopo lo start dai blocchi, stenta ad avere padrone. Peychinov però si mette presto in mostra insieme alle penetrazioni del collega Grossi, un tandem a sterilizzare nelle rese le folate offensive calzaturiere. Rossi e (un gigantesco a fine gara) Valentini tengono stretta la briglia della partita, Valdiceppo non scappa. A completare la scalata ci pensa poi all’epilogo del primo quarto Temperini, ed è +2 sul 23-21.

Sfida che si infiamma nel secondo parziale. La Sutor innesca la quinta, un rapporto di marcia costante sugli spalti, e spinta da Selicato e Bartoli, centimetri trasformati in punti, si palesa anche un vantaggio da doppia cifra. Il solito Peychinov guida la riscossa umbra, squadra spesso a cadere nella trappola tattica gialloblù che spalanca così, a palla riconquistata, situazioni a campo aperto per facili appoggi a tabella. Solo sette i punti di Meschini & soci nel secondo quarto, periodo che giunge al tramonto su un confortante 37-28.

Pressoché simile l’impronta della gara alla ripresa dei giochi dopo il riposo lungo. La pausa ha rigenerato Casuscelli, intrepido nel tutelare più volte Valdiceppo tra realizzazioni personali ed assistenza al resto del quintetto, che a fatica però cerca di respingere la spallata al match ormai matura. Gli arcieri veregrensi in questa fase sono Ciarpella in versione spumeggiante ed un preciso Temperini, tutto ben legato insieme dal ruggito difensivo dell’onnipresente Valentini, un lungo attivo anche sul pitturato avverso che, al consuntivo di serata, giunge con il nutrito bottino di 17 punti personali.

Il 59-48 con il quale viene approcciata l’ultima fetta di sfida è la base per il ritorno in pista di Lupetti, mentre Bartoli partecipa alla chiusura del chiavistello difensivo: binomio fatale alla compagine di Salvatore Formato. E’ sempre Casuscelli, con una bomba, a tenere viva la speranza umbra, ma Temperini (leader serale delle realizzazioni con 23 di fatturato) fa vedere a tutti chi comanda a Montegranaro con la stessa moneta. La Sutor è incontenibile, proprio come il contagioso tifo delle gradinate. La tensione gioca un brutto scherzo a Grosso che rimedia l’espulsione, reo di collezionare in rapida sequenza fallo antisportivo e tecnico. La Premiata non rischia più niente, mantiene i nervi saldi e traghetta in porto una confortante vittoria. Appuntamento con il match ball per la B alle 21.30 di mercoledì 29 maggio, ancora tra le mura amiche.

 

Fotogallery


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X