facebook twitter rss

Gli alunni della Primaria “Salvadori”
protagonisti del Bridge in Pista

EVENTO - Successo per gli alunni della classe 5^, Gabriele Antoniutti ed Elod Mehmeti, che domenica 26 maggio presso il Palaindoor di Ancona hanno conseguito il primo posto e guadagnato la medaglia d’oro nella relativa kermesse. Al terzo posto con il bronzo altri due valenti giocatori della stessa classe, Elisabetta Paci e Matteo Rocchi
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Grande successo per gli alunni della classe 5^ della “Salvatori” Primaria, come Gabriele Antoniutti ed Elod Mehmeti, che domenica 26 maggio presso il Palaindoor di Ancona hanno conseguito il primo posto e guadagnato la medaglia d’oro al torneo regionale “Bridge in pista”, gareggiando nella categoria “BaS” linea est/ovest; al terzo posto con la medaglia di bronzo altri due valenti giocatori della stessa classe, Elisabetta Paci e Matteo Rocchi.

L’ evento, organizzato dal Comitato Regionale Bridge Marche con il patrocinio di Regione Marche, Comune di Ancona, Coni e con l’organizzazione tecnica dell’Ankon Bridge di Ancona, alla presenza del presidente della Federazione Italiana Gioco Bridge, Francesco Ferlazzo Natoli, e dei consiglieri federali Patrizia Azzoni e Alessandro Piana, ha visto impegnati gli alunni delle classi 3^, 4^ e 5^ del plesso Salvadori che nel corso dell’anno hanno partecipato al laboratorio di Bridge nell’ambito del progetto “Bridge a scuola”.

Durante la competizione i bambini, a coppie, si sono sfidati tra loro e con studenti di altri ordini di scuola, mostrando tutti, indistintamente, qualità da provetti giocatori: concentrazione, abilità, rispetto delle regole e dell’avversario.

Soddisfatta la dirigente Annamaria Bernardini per la valenza formativa del progetto: “ll Bridge è uno sport della mente che coinvolge giocatori di tutte le eta e di tutte le culture. È un‘attività che stimola l’attenzione, la memoria e le capacità di analisi e di deduzione logica. È un gioco che favorisce l’apprendimento delle lingue straniere e che promuove la socializzazione: praticandolo, infatti, si esaltano valori come l’amicizia, il gioco di squadra e il fair-play. Il bridge è la disciplina ideale per allenare la mente alle sfide della vita.”

Un ringraziamento al pluripremiato campione di Bridge, Emanuele Concetti, dell’Associazione Bridge Fermo-Porto San Giorgio e alla docente Mariella Flammini che hanno introdotto e preparato gli alunni alla pratica del Bridge, agli organizzatori che hanno predisposto il trasporto in autobus per i piccoli bridgisti, alla consigliere federale Elisabetta Maccioni per la festosa accoglienza, alla docente Elena Cappellin e ai genitori che hanno accompagnato gli alunni in questa bella esperienza.

 

Fotogallery

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X