fbpx
facebook twitter rss

‘Fermo-Matera, andata e ritorno’:
la mostra da record degli ex allievi
del Preziotti brillerà anche in città

FERMO/MATERA - Dopo il successo incassato nel capoluogo della Basilicata dove l’esposizione ha registrato dai 200 ai 400 ingressi al giorno, la mostra è pronta ad aprirsi 'in casa', da metà luglio a metà agosto a palazzo dei Priori
Print Friendly, PDF & Email

La delegazione fermana in visita a Matera, per l’inaugurazione della mostra

“Un successo, una promozione senza eguali. Fermo ha avuto la sua ottima ribalta nella capitale europea della cultura. La mostra di opere d’arte all’interno de La Casa di Ortega di Matera (leggi l’articolo), curata dall’associazione Ex Allievi dell’istituto statale d’Arte ‘Preziotti’ di Fermo, presieduta da Paolo Landi (nipote del fondatore della scuola), con il sostegno del Comune di Fermo – Assessorato alla Cultura e dello stesso liceo Artistico, diretto dalla preside Stefania Scatasta, con la preziosa collaborazione del Comune di Matera, ha registrato dal 13 aprile, giorno di apertura, al 5 maggio, numeri record di ingressi: dai 200 ai 400 al giorno. Una vetrina di indubbio valore per la città e per il territorio”.

E’ il bilancio fornito dal comune di Fermo che oggi annuncia l’apertura della mostra anche ‘a casa’, a Fermo.

I visitatori con la loro presenza hanno tributato il giusto riconoscimento agli artisti presenti in mostra, ovvero Massimiliano Berdini, Giacomo Beverati, Guido Botticelli, Annamaria Bozzi, Angela Ceri, Bruno De Angelis, Donato Landi, Mario Moronti, Eleonora Paniconi, Lucia Postacchini, Gisella Rossi, Micaela Sason Bazzani, Lucia Spagnuolo e Corrado Virgili.

“Visitatori dall’Italia e dall’estero che in visita alla capitale europea 2019 della cultura hanno colto anche l’opportunità di quanto di bello sa fare la piccola grande Italia. Presenti alla mostra anche importanti sculture create tra gli anni sessanta e ottanta del Novecento nei laboratori di ceramica dell’istituto d’Arte Preziotti, selezionate e catalogate dal professor Nunzio Giustozzi con i suoi studenti più meritevoli, nell’ambito di un progetto Pon volto alla valorizzazione del ricco patrimonio della scuola attraverso esposizioni temporanee e permanenti.

Oltre che vedere e ammirare le opere d’arte, è stata anche l’occasione per poter pensare di venire in visita a Fermo grazie anche al tanto materiale promozionale distribuito, più di 3 mila pezzi, andato completamente esaurito, ai visitatori fra guide della città, cartoline promozionali, kit del visitatore e cataloghi della mostra contenenti foto e informazioni turistiche su Fermo.

Un evento che, visto il successo e le tante richieste, verrà riproposto nella Fermo da cui è partito, da metà luglio a metà agosto prossimi a palazzo dei Priori.

“I numeri della mostra attestano un apprezzamento ed un successo per questa esposizione che ha permesso a Fermo di farsi conoscere ancora di più. Riteniamo che sia stato efficace il nostro messaggio con cui abbiamo proposto Fermo come tappa nei viaggi di andata e di ritorno verso Matera. Un messaggio quello di fermarsi a Fermo che è stato veramente accolto come anche dimostrato dai numeri importanti di ingressi nelle nostre strutture museali e culturali proprio a Pasqua e nei ponti del 25 aprile e del 1 maggio, periodi che hanno coinciso proprio con la mostra di Matera” ha detto il sindaco Paolo Calcinaro.

“Per Fermo – ha detto l’assessore alla cultura e al turismo Francesco Trasatti – è stata una bellissima e preziosa opportunità, in un connubio che vede la città con il mondo della scuola, ovvero il dna della nostra comunità fatto di formazione e di studio. Quel dna che ci ha fatto assurgere a Learning City dell’Unesco quale città dell’apprendimento e che ci permetterà il prossimo 11 giugno all’interno della Conferenza internazionale dell’Unesco di essere la città dell’artigianato e delle arti popolari, un riconoscimento che ci onora rappresentare proseguendo nella direzione intrapresa”.

“E’ stato un grande successo. E’ stato veramente importante vedere la città di Fermo, gli ex allievi dell’istituto d’arte, il liceo artistico insieme a Matera, capitale europea della cultura promuovere il territorio facendone parlare attraverso l’espressione artistica” ha aggiunto Paolo Landi che presiede l’associazione ex allievi.

“E’ stata un’occasione importante di relazione inter-istituzionale, un’opportunità ed un’esperienza formativa importantissime per gli studenti, un’esperienza trasversale anche ad altre progettualità, una forma di apprendimento significativa che ha visto insieme Comune, Liceo e associazione ex allievi” le parole della dirigente scolastica del Liceo Artistico di Fermo Stefania Scatasta.

Matera e Fermo unite dall’arte, le opere del liceo ‘Preziotti-Licini’ nel cuore della capitale della cultura


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X