facebook twitter rss

Sicurezza, periferie e Verde Mare:
Tulli fa il punto dopo
i risultati della Lega alle europee

FERMO - "Attraverso un emendamento che il nostro coordinatore Regionale Sen. Arrigoni, presenterà alla prima occasione utile, dando cosi' una interpretazione chiara ed univoca alla normativa nazionale, causa del contenzioso in corso del Verde Mare"
Print Friendly, PDF & Email

 

 

“Un doveroso ringraziamento a tutti coloro che hanno sostenuto la Lega SP nelle ultime elezioni europee, oggi primo partito della città di Fermo con il 38,78% (oltre 6000 voti)”. Il consigliere comunale Gianluca Tulli torna sul voto europeo che ha decretato, anche a Fermo, un ottimo risultato per la Lega.

“La politica del buon senso e della concretezza – scrive Tulli –  attuata dal nostro capitano Matteo Salvini, a cui sicuramente va attribuito il principale merito del risultato, evidentemente è apprezzata dalla maggior parte dei cittadini. Premiato anche il lavoro del nostro gruppo provinciale e regionale, guidato rispettivamente da Lucentini e dal sen. Arrigoni, sempre attenti alle esigenze della città, da me fatte presenti. Ricordo la visita del ministro Salvini, una delle prime uscite da ministro, proprio a Fermo, il 17 Luglio, in occasione dell’insediamento della questura e dei comandi provinciali dei carabinieri e guardia di finanza; il decreto che assegna 82 nuove unità per le forze dell’ordine a Fermo, su le 209 assegnate alla regione; la riapertura del bando per la videosorveglianza, che aveva visto Fermo esclusa dal finanziamento, oggi arrivato; l’interessamento per superare la questione del camping Verde Mare, cercando di dare una risposta politica al problema, attraverso un emendamento che il nostro coordinatore Regionale Sen. Arrigoni, presenterà alla prima occasione utile, dando cosi’ una interpretazione chiara ed univoca alla normativa nazionale, causa del contenzioso in corso”.

Tulli aggiunge: “Merito della Lega è aver riportato, proprio in questi giorni, la discussione, in seno all’amministrazione, sulla sanità fermana, ultima rispetto alle altre aree vaste della Regione Marche, dovuta alla cattiva politica regionale del PD. Non ultimo, l’attenzione, sempre tramite il nostro senatori Arrigoni, dell’iter del bando delle periferie, che vede assegnare 8,5 milioni di euro per la riqualificazione del quartiere Tre Archi. A tal proposito, la Lega FM, ha chiesto un intervento incisivo sulla sicurezza del quartiere, da inserire nella riqualificazione, affinché la cospicua cifra investita non venga vanificata in poco tempo, attraverso una postazione permanente di forze di polizia, come lo stesso coordinatore provinciale Lucentini ha più volte ricordato in questa ultima campagna elettorale. Tutto questo, con la Lega al governo da meno di un anno e con un solo consigliere comunale di minoranza, rappresentato dal sottoscritto. L’auspicio è che, la Lega, una volta diventata maggioranza comunale, possa far tornare Fermo, a ricoprire il ruolo che gli appartiene, ossia capoluogo di provincia, determinante nelle scelte politiche della città e del territorio, ruolo perduto negli ultimi anni”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X