facebook twitter rss

Dragaggio, ok della Corte dei Conti
sui fondi ex Fas: per il porto
sangiorgese 250mila euro

PORTO SAN GIORGIO - I fondi, per la città 250mila euro, sono disponibili e le amministrazioni locali interessate possono utilizzarli, avviando le procedure per assegnare i lavori
Print Friendly, PDF & Email

C’è l’ok della Corte dei Conti sula convezione tra Ministero, Regione e Comuni per gli interventi nei porti di Fano, Senigallia, Numana, Civitanova Marche, Porto San Giorgio e del porto turistico di San Benedetto del Tronto.

“Via libera della Corte dei Conti alla convenzione siglata tra ministero Infrastrutture, Regione e Comuni portuali per utilizzare i quattro milioni del Fondo sviluppo e coesione (ex Fas) assegnati alle Marche e destinati al miglioramento della sicurezza dei porti regionali (Asse E)”. Lo comunica la vicepresidente Anna Casini, assessore ai Porti, che ha ricevuto la comunicazione da Roma. “I fondi sono adesso disponibili e le amministrazioni locali interessate possono utilizzarli, avviando le procedure per assegnare i lavori. La Regione ha sottoscritto l’intesa, ora bollinata, proprio per favorire il rapido utilizzo delle somme ripartite, riservandosi il ruolo di coordinatore e assegnando ai Comuni quello di attuatori. In questo modo, d’intesa con il Ministero, vogliamo evitare qualunque criticità che possa ritardare gli interventi, attesi e necessari per garantire la sicurezza degli scali portuali regionali”. I dragaggi e le manutenzioni straordinarie finanziate interessano i porti di Fano (1,03 milioni disponibili), Senigallia (850 mila euro), Numana (930 mila euro), Civitanova Marche (820 mila euro), Porto San Giorgio (250 mila euro), San Benedetto del Tronto (struttura portuale nazionale, beneficiaria di 120 mila euro per la manutenzione del porto turistico di competenza regionale)”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti