facebook twitter rss

Gran finale per Arteficio Urban Festival: Claver Gold illumina i giovani di Piazza del Popolo

FERMO -Il week end fermano organizzato dall’Associazione Decibel Lab ha dato una scarica d’adrenalina al centro storico con i colori dei murales, il movimento dello skate park e le metriche del rapper ascolano che ha chiuso in bellezza la line-up musicale
Print Friendly, PDF & Email

Claver Gold sul palco dell’Arteficio Urban Festival

di Silvia Remoli

La musica, l’arte urbana, il movimento, il rispetto per l’ambiente, i volti meravigliati degli spettatori: questi gli ingredienti di una ricetta vincente, quella di una festa dell’espressività che ha saputo coniugare la classica solidità del centro storico alla creativa dinamicità giovanile. Un’esplosione di colori e di emozioni che si è chiusa sotto un cielo stellato al ritmo del rapper ascolano apprezzato in tutta Italia. Un’idea che l’Associazione Decibel Lab ora deve solo far crescere in vista della seconda edizione. 

Il bilancio di un qualcosa di appena nato non è facile da fare, ma di certo le prime risposte positive arrivano da chi ha assistito ad una piccola scossa rivoluzionaria. Bello infatti (non è banale dirlo) vedere i giovani dare ulteriore vita al centro storico. Non passivi o nichilisti o indolenti o disfattisti come in maniera semplicistica e grossolana vengono descritti da chi sicuramente non è passato per Piazza del Popolo sabato 1 e domenica 2 giugno: i giovani che hanno partecipato (sia attivamente come performer che come curioso spettatore) all’Arteficio Urban Festival sono tutt’altro che riconducibili ad una generazione piatta e spenta, loro invece sono sperimentazione, vitalità ed entusiasmo.

Che il centro storico di Fermo goda di una bellezza architettonica oggettivamente riconosciuta si sa. Ma finora forse non ci si era azzardati a metterla a disposizione di attività che, di primo acchito, sembrano destinate alle periferie di grandi metropoli. Arteficio Urban Festival invece, ha dimostrato che questo connubio, seppur a prima vista strano come l’aceto balsamico sulle fragole o le mele nell’insalata, alla fine funziona, anzi funziona davvero bene.

Chi non ci è stato non si è perso solo uno skate park e dei pannelli su cui sono state realizzate delle vere e proprie opere d’arte: non ha potuto godere di uno spettacolo ancor più grande e cioè vedere giovani divertirsi in maniera sana (nel pieno rispetto dell’ambiente, mediante una raccolta differenziata consapevole), parlare tra loro, osservare le acrobazie di bikers e skaters sulla rampa ai piedi dell’orologio, cantare all’unisono i brani dei loro beniamini, insomma divertimento gratis ma di qualità, tutta roba che da energia positiva.

La festa non poteva concludersi in maniera migliore: sul palco campeggiante dinanzi all’arco di Piazza del Popolo si è esibito Claver Gold, amatissimo dagli appassionati del rap, anche dai meno giovani. L’artista ascolano, al secolo Daycol Orsini, che vanta featuring con Fabri Fibra, Ghemon, Rancore, ecc., ha presentato il suo ultimo EP, Lupo di Hokkaido, una vera anteprima visto che è commercializzato appena dal 24 maggio. Nella scaletta però non sono mancati i vecchi successi, addirittura alcuni improvvisati su richiesta dei suoi fans, tra i quali è sceso durante l’esibizione e con i quali si è generosamente intrattenuto a fine concerto. E non solo il pubblico ha apprezzato la serata, ma lo stesso Claver Gold (insieme alla sua ‘crew’ composta nell’occasione dai colleghi Tmhh, Dj West, File Toy e Sputo) ha ringraziato via social la città di Fermo per la bella esperienza pubblicando un post sul suo profilo Instagram.

Spenti i riflettori sul palco restano le pacche sulle spalle, la stanchezza appagante, il saluto affettuoso con gli artisti e i collaboratori, la consapevolezza di aver fatto qualcosa di diverso e di buono ma sopratutto la speranza di rifarlo e rifarlo meglio, perché ‘quelli di Decibel Lab’ vogliono crescere, cercando  il confronto e le critiche costruttive, affinché questa sia stata solo la prima edizione di quella che, tutti si augurano, sia una lunga serie.

La storia Instagram di Claver Gold

 

Il saluto dell’associazione Decibel Lab e di Claver Gold a fine Festival

Rispetto per l’ambiente, uno dei messaggi lanciati dal Festival mediante
la raccolta dei contenitori di plastica

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X