facebook twitter rss

Innovare e semplificare:
la Camera di Commercio delle Marche
online per l’estero

EXPORT - Le novità sui Certificati d’origine sui Carnet Ata. Il presidente Sabatini: "Per crescere è fondamentale per le piccole e micro imprese il ruolo di raccordo che il sistema camerale è chiamato a svolgere"
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente Gino Sabatini

“L’export, leva competitiva, è in affanno. Semplificazione e innovazione al fianco degli imprenditori che internazionalizzano: a rendere più facile la vita delle imprese oggi nelle Marche il nuovo servizio digitale dei certificati di origine”. E’ l’ultima iniziativa messa in campo dalla Camera di Commercio delle Marche che aggiunge: “Le imprese che internazionalizzano (e innovano) sono quelle che si sviluppano e creano occupazione e pertanto è da questi fattori che la ripresa dovrebbe partire”.

“Per crescere sempre di più è fondamentale per le piccole e micro imprese il ruolo di raccordo che il sistema camerale è chiamato a svolgere sia accompagnandole nei processi di internazionalizzazione e innovazione sia orientando gli imprenditori e diffondendo la cultura d’impresa – commenta il presidente della Camera di Commercio delle Marche Gino Sabatini – la congiuntura ci impone di continuare a tenere alta la guardia perché l’uscita dalla crisi procede a rilento, con le Marche per certi aspetti più in affanno rispetto al quadro nazionale, e proprio in un momento come questo le imprese hanno bisogno di tutto il supporto delle istituzioni”.

“Le esportazioni marchigiane, a differenza di altri territori da sempre traino dello sviluppo industriale del Paese (il Nord Est) stenta a recuperare i livelli pre-crisi specialmente – aggiungono dalla Camera di Commercio delle Marche – poi in settori tradizionalmente di punta per l’economia regionale (tessile-abbigliamento-calzature su tutti).

A supportare queste imprese devono intervenire adeguate politiche internazionali come pure servizi amministrativi efficienti e il sistema camerale può fare la sua parte. Alla luce di ciò la Camera di Commercio delle Marche ha appena messo a punto un progetto destinato proprio alle imprese operanti con l’estero nel segno della semplificazione amministrativa progetto che, attraverso la tecnologia, pone al centro l’utente, ovvero l’imprenditore che internazionalizza.

Dal primo giugno è stato telematizzato il procedimento di rilascio di certificati d’origine, e presto dei Carnet Ata, su tutto il territorio nazionale; grazie ai sistemi informatici i documenti in questione, vengono ottenuti dalle imprese mediante una procedura che prevede richiesta, pagamento e ogni altra comunicazione/osservazione accessoria, svolta interamente on line.

I Certificati di origine sono i documenti che attestano l’origine delle merci destinate al mercato estero e, quindi, la nazione in cui le merci in questione sono state fabbricate, coltivate, confezionate.

Con Carnet Ata si intendono i documenti doganali internazionali che permettono di esportare temporaneamente merci (campioni commerciali, attrezzature e materiali per svolgere attività professionali o per effettuare riparazioni – con esclusione di attrezzature elettromeccaniche per lavori edili -, attrezzature e materiale per fiere e mostre), nei
Paesi extracomunitari firmatari della convenzione Ata senza pagare alla frontiera dazio e Iva, purché le stesse vengano reimportate nel Paese di provenienza nei termini previsti.

Il rilascio di questi documenti può avvenire ora direttamente presso l’impresa che ne fa richiesta tramite consegna a mezzo corriere; a breve sarà implementato anche il servizio di ‘Stampa in azienda’: la Camera di Commercio delle Marche sarà uno delle prime a fornirlo.

Il nuovo servizio on line pensato per rendere più semplice la vita agli imprenditori va ad affiancare gli servizi digitali già offerti dal sistema camerale tra cui quelli della piattaforma camerale www.impresainungiorno.gov.it attraverso cui le Camere di Commercio, sulla base di un’apposita convenzione o delega da parte dei Comuni, gestisco il Suap, lo Sportello unico per le attività produttive, applicativo che facilita le amministrazioni e le imprese nell’adempimento delle pratiche amministrative necessarie per avviare o gestire un’attività. Le pratiche presentate ai Suap possono essere consultate da pc, tablet e smartphone, grazie al ‘cassetto digitale dell’imprenditore’, sul sito www.impresa.italia.it, dove è possibile accedere ad atti e bilanci del Registro delle Imprese sino al fascicolo informatico e alle pratiche presentate presso gli Sportelli Unici delle Attività Produttive”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X