facebook twitter rss

Danni causati alle reti da pesca
e tutela dei delfini, Forza Italia:
“La Regione si muova”

POLITICA - Intervento della capogruppo in Consiglio regionale Jessica Marcozzi: "Abbiamo avanzato l’ipotesi di dissuasori acustici che non provocano alcun danno ai delfini"
Print Friendly, PDF & Email

“Noi facciamo sul serio, la Regione faccia lo stesso”. Non usa mezzi termini Jessica Marcozzi, capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, nel richiedere interventi a tutela della piccola pesca e dei delfini.

“Lo scorso anno, a Luglio, con il Cogepa, abbiamo sollevato e portato all’attenzione dell’amministrazione regionale un problema annoso – ricorda – che, purtroppo, non ha ancora trovato opportuna soluzione. Quella dei danni causati dai delfini alle reti da pesca. Un problema per i lavoratori della Piccola Pesca, costretti ogni volta ad affrontare spese importanti per la sistemazione o l’acquisto di nuove reti danneggiate dai delfini, in un momento di crisi economica e lavorativa senza precedenti. E allo stesso tempo un problema ambientale che non si può ignorare, quello legato all’incolumità dei delfini che, purtroppo, troppo spesso subiscono le conseguenze delle reti alle quali si avvicinano per nutrirsi. Proprio nei giorni scorsi la stampa locale ha segnalato la presenza sulla spiaggia di Pedaso di uno di questi splendidi animali, deceduto molto probabilmente proprio a causa dell’ingestione di reti da pesca. Abbiamo avanzato l’ipotesi di dissuasori acustici che non provocano alcun danno ai delfini, già vagliati da ambientalisti, animalisti e istituti di ricerca, e che al contempo aiuterebbero a tutelare le reti dei nostri pescatori in grande difficoltà. Io non mollo. E tornerò alla carica anche con una mozione per chiedere al Consiglio regionale e all’Amministrazione un impegno serio e concreto. Ma è ora che la Regione si muova sia in termini di risorse che di interessamento degli istituti di ricerca”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X