facebook twitter rss

“La cambiale di matrimonio”,
omaggio con opera buffa del conservatorio
Pergolesi a Gioacchino Rossini

PORTO SAN GIORGIO - In scena, mercoledì prossimo alle ore 21 al teatro comunale di Porto San Giorgio, l’opera buffa del 'cigno di Pesaro'. Ingresso libero
Print Friendly, PDF & Email

Il teatro di Porto San Giorgio

Il conservatorio di musica Pergolesi rende omaggio al grande compositore marchigiano Gioachino Rossini mettendo in scena, mercoledì prossimo alle ore 21 al teatro comunale di Porto San Giorgio, l’opera buffa “La cambiale di Matrimonio”.
L’opera rappresentò nel 1810 a Venezia, il fortunato esordio sulle scene per il “cigno di Pesaro”, come lo soprannominarono gli estimatori.
“Il conservatorio fermano la ripropone al pubblico, ad ingresso libero, mettendo in campo i suoi migliori talenti.
Il cast – spiegano dal Pergolesi – è composto dagli allievi di canto Liang Pengfei nelle vesti di Sir Tobia Mill, Sara De Flaviis (Fanny), Wang Run (Edoardo Milfort), Jung Wonsuck (Slook), Xu Haichen (Norton), Stefania Cocco (Clarina). La parte strumentale è affidata all’orchestra del conservatorio Pergolesi, direttore e concertatore sarà Sergio Piccone Stella, collaboratore al pianoforte Vincenzo Ruggiero per la regia di Giovanni Francesconi.
Gioachino Rossini musicò decine di opere liriche senza limite di genere, dalle farse alle commedie, dalle tragedie alle opere serie e semiserie. ‘La cambiale di matrimonio’ resta come pietra miliare della sua produzione. Il successo ottenuto incoraggiò Rossini a scrivere altre ben 37 opere nei successivi 9 anni.

La trama de ‘La cambiale di matrimonio’ narra di uno strano contratto fra il negoziante Tobia Mill e il mercante canadese Slook, il quale s’impegna a sposare la giovane che gli presenterà al suo arrivo la lettera di obbligazione che egli ha inviato per posta a Tobia. Da parte sua Tobia, lieto dell’accordo col ricco canadese, pensa di fargli presentare la lettera da sua figlia Fanny. Ma la ragazza è innamorata di Edoardo Milfort, che si è introdotto in casa del mercante come impiegato. A conoscenza del singolare contratto, Edoardo affronta decisamente Slook al suo arrivo e lo minaccia di vendetta se oserà accettare la mano di Fanny. Il mercante canadese, che è un buonuomo, commosso infine dall’amore dei due giovani, si rassegna e gira la cambiale a favore di Edoardo. Tobia monta però su tutte le furie quando apprende che Slook non vuole più sposare sua figlia, si ritiene offeso e lo sfida a duello. Nel finale Tobia, in procinto di recarsi a duello (ma ha una paura matta!), viene trattenuto da Edoardo che gli mostra la cambiale girata; e Slook infine convince il vecchio a cedere alla felicità dei due giovani”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X