facebook twitter rss

Aria continentale nel
week end del Red Racing

MOTOCROSS & VELOCITA' - C'è di tutto nel fine settimana recente vissuto in quota ai piloti della presidente Daniela Aleandri. Dagli sterrati calcati in Russia all'asfalto spagnolo del Cev, senza ovviamente tralasciare i successi maturati sul suolo patrio nei classici circuiti solcati con le ruote artigliate
Print Friendly, PDF & Email

Zaccone durante la prova di Barcellona

 

di Paolo Gaudenzi

FERMO – Domenica scorsa il Team Red Racing ha respirato aria continentale, grazie alla sconfinata e contemporanea multi presenza su più fronti: regionali, nazionali ed appunto internazionali. 

La trasferta più onerosa è stata affrontata da Pier Filippo Bertuzzo, impegnato a Orlynok (Russia), dove ha ottenuto due buoni piazzamenti nel Campionato Europeo EMX a due tempi: un quinto nella prima batteria  ed un sesto posto nella seconda, finendo così quinto assoluto nella classifica finale di giornata. Al momento il pilota galleggia in ottava posizione nella graduatoria generale di stagione.

Dalle ruote artigliate per la terra, alla battaglia sull’asfalto di Barcellona, dunque Spagna, più esattamente sul circuito di Catalonia dove Alessandro Zaccone, impegnato nella trasferta del Cev Moto 2 (Campionato Europeo Velocità) nelle qualifiche del sabato ha ottenuto una buona quinta posizione sulla griglia di partenza dell’indomani.

Domenica, come da regolamento, programma di giornata con le canoniche due gare. Nella prima, quando procedeva all’attacco per la terza posizione, ecco purtroppo giungere una brutta caduta a comprometterne la resa. Grazie al buon lavoro della Promo Racing, la moto pressoché distrutta è stata ripristinata nel tempo di un’ora, quanto utile a far ripartire Zaccone per la tappa ispanica numero due.

Dolente per i postumi della caduta, il romagnolo classe 1999 era addirittura vicino alla terza piazza quando giungeva purtroppo la penalizzazione di un secondo di ritardo, costato la quarta posizione finale. 

Dai confini esteri ai circuiti patriottici. Quarta prova di Campionato Italiano Epoca a Odolo (Brescia), dove il veterano Gianni Gismondi affondava sul gas con regolarità facendo sue, ormai da prassi, tutte e due le categorie competitive, vedi la D2 e la E2 salendo a fine giornata, naturalmente, sul gradino più alto del podio.

A centro Italia, e più esattamente a Città di Castello (Perugia), era in programma il Campionato Regionale Marche-Umbria onorato dalla scuderia fermana con un bel gruppo di sei corridori, giunti tutti a podio.

L’analisi parte dalla resa di Graziano Peverieri, che nella Veteran Mx2 ha confermato la superiorità sugli avversari conquistando il piatto di giornata e consolidando quindi anche la classifica generale. Tutto ciò aspettando la gara di domenica 23, a San Severino Marche (Macerata), dove potrebbe già festeggiare anticipatamente il Campionato Italiano Veteran Mx2.

Anche Gianfranco Mattara, con la prima posizione domenicale, ha consolidato il primo posto nella Mx1 Elite Umbria, mentre nella categoria Fast Mx1 Umbria ecco per i tesserati della presidente Daniela Aleandri ben due piloti sul podio, grazie ad un secondo posto in quota ad Alessio Zaccaro ed al terzo di Giacomo Giammaria, nella Expert Mx2 Umbria.

Finalmente dopo tanta, anzi troppa sfortuna, è maturato anche il primo posto per Sandro Blanca, mentre nella Mx2 Rider Marche è stato Matteo Silenzi a salire sul secondo gradino del podio.

 

Fotogallery

Spaccati di sfida e podi da parte del numero 218 Gianfranco Mattara, 15 Graziano Peverieri, 33 Matto Silenzi, 142 Alessio Zaccaro, 125 Giacomo Giammaria e 73, Pier Filippo Bertuzzo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti