facebook twitter rss

Città Medioevo canta l’amore tormentato:
svelato il tema dell’edizione 2019

SANT'ELPIDIO A MARE - Presentata l'edizione 2019, dal 25 al 28 luglio, il tema portante sarà "La condanna degli amanti", con gli allestimenti di scene che spaziano da Paolo e Francesca a Tristano e Isotta
Print Friendly, PDF & Email

di Pierpaolo Pierleoni

“La condanna degli amanti”, con un manifesto che riporta un’immagine di Paolo e Francesca. Questo il tema scelto per la Città Medioevo 2019, svelato ieri sera alla sede della magnifica contrada Santa Maria, ad aprire la cena con lezione spettacolo con Cesare Catà dal titolo “Sotto contrarie stelle”. Una scelta, rivelano gli organizzatori, che tocca “uno dei temi più forti ed incisivi nel panorama letterario mondiale, capace di ispirare grandi autori, che hanno immortalato nel tempo storie la cui passione è divenuta leggenda”. I grandi e sofferti amori medievali, quindi, saranno il tema portante dell’edizione in programma a Sant’Elpidio a Mare dal 25 al 28 luglio e che vedrà la messa in scena di 8 immortali storie sia dell’Alto che del Basso Medioevo, da Lancillotto e Ginevra a Tristano e Isotta, da Paolo e Francesca ad Abelardo ed Eloisa. Trait d’union tra le diverse epoche, sarà la figura del menestrello, a cui sarà affidato il compito di raccontare questi amori.

A fianco al tema portante, torneranno decine di allestimenti che raccontano spaccati di vita medievale, a riempire vicoli e piazze del centro storico elpidiense. Protagoniste come sempre le contrade e le delegazioni foranee, a cui si affiancheranno alcune compagnie esterne. Una delle novità sarà la differente organizzazione degli spettacoli comuni in piazza Matteotti, con orari definiti, per facilitare al pubblico la visione delle scene allestite nei vicoli e nelle contrade. Lungo corso Baccio tornerà il mercato dell’epoca “Fare medioevale”. Nella piazza centrale gli spettacoli non saranno continui, ma avranno tre momenti. Apriranno tutte le serate, alle 21.30, con la compagnia Liolà, alle 22.30 si esibiranno i musici del Marchesato di Santa Caterina, a mezzanotte si chiuderà con la Compagnia de l’Ordallegri.

“Abbiamo cercato di allestire questa edizione – spiega la presidente dell’Ente Contesa Alessandra Gramigna – per consentire al visitatore di assistere alla maggior parte delle spettacolazioni, anche se rimane impossibile vedere ogni scena in una sola serata. Per questo abbiamo deciso di allestire solo attrazioni nella piazza centrale, ad orari definiti, in modo che nelle altre ore il pubblico possa seguire un itinerario per godersi le altre scene.  Confermate naturalmente le 5 taverne dove rifocillarsi, con le 4 contrade storiche più una quinta locanda, a cura delle delegazioni di Santa Croce e Santa Caterina, che preparerà dolci e stuzzicherie”. Il prezzo d’ingresso è fissato a 7 euro, sarà possibile acquistare l’abbonamento per tutte e 4 le serate a 15 euro.

Tocca poi a presidenti e priori delle contrade storiche presentare la propria parte di programma. Per Santa Maria, la presidente Eleonora Valori conferma “il format degli ultimi anni, con lo spazio di contrada diviso in due parti. in via Medaglia proporremo un ingresso a numero chiuso con prenotazione, guideremo gruppi di 30-40 persone alla scoperta della storia di Lancillotto e Ginevra, con l’aiuto della compagnia medievale Lupo innocente coordinata da Mirco Abbruzzetti. Negli altri vicoli proporremo spaccati di vita quotidiana”.

Due le storie d’amore che allestirà la San Martino. “Racconteremo quelle di Tristano e Isotta e quella di Carlo Magno e Desdemona – sottolinea il presidente dei verdi Massimo Agolini – E’ un compito difficile ma ci stiamo preparando al meglio, proporremo un percorso guidato che partirà da via Errighi e accompagnerà il pubblico lungo i vicoli, fino all’arrivo alla piazzetta San Martino dove sarà allestita Tristano e Isotta. Non abbiamo una compagnia teatrale, ma un valido gruppo di volontari che sta preparando le scene”.

Per la nobile San Giovanni, la presidente Maide Bracciotti svela:”Proporremo Abelardo ed Eloisa e Mariotto e Giannozza, una sorta di antenati di Romeo e Giulietta, tutto con la collaborazione della compagnia Libere teatranti. Nelle nostre vie, in particolare in via Cunicchio, avremo il Guerrin Meschino e la Sibilla, riproporremo dopo molti anni la rappresentazione della scuola delle monache, al giardino della ex casa di riposo. Anche nelle scene a corollario abbiamo pensato di mantenerci sul tema portante delle coppie”.

Chiude per la cavaliera Sant’Elpidio la presidente Annalisa Petrucci. “Anche da noi sarà proposto un percorso guidato tra i vicoli, allo slargo davanti al corpo bandistico ci sarà la nostra scena principale, quella di Paolo e Francesca. Altre scene minori saranno quelle dei bagni di luna, la lite tra madre e figlia, il matrimonio che non s’ha da fare. Ci avvaliamo del prezioso aiuto di un nostro contradaiolo, Roberto Rossetti, che porterà gli attori della sua compagnia”. Altre storie d’amore saranno quelle dell’Orlando furioso e di Lotario e Imelda, a cura delle delegazioni di Santa Croce e Santa Caterina.

“Rimane un must di Città Medioevo, con la lite delle comari, allestita dalla delegazione del Porto – conclude Alessandra Gramigna – Castel di Castro proporrà invece l’accampamento militare che farà da accoglienza al pubblico dall’ingresso principale di Porta Romana. Sarà confermata, in piazzale Mallio, anche la Piccola Città Medioevo, pensata per i bambini, con una compagnia di teatro dei burattini. Abbiamo confermato uno standard elevato ed una proposta all’insegna della qualità. Ci auguriamo che la riorganizzazione degli orari consenta ai visitatori di godersi al meglio la manifestazione”.

Dopo la presentazione, è toccato a Cesare Catà deliziare il pubblico con una coinvolgente narrazione dell’amore medievale. Un rapido viaggio attraverso le sue storie più tragiche e tormentate, concluso con la lettura del V canto dell’Inferno dantesco, quello di Paolo e Francesca.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X