facebook twitter rss

Gioco del Barone, la Contesa
entra in clima: trionfa
San Giovanni con Rosso Amarone

SANT'ELPIDIO A MARE - Pubblico numeroso in piazza Matteotti per il torneo della Contesa, con 16 squadre partecipanti; Santa Maria nominata miglior contrada, Mauro Marsili miglior giocatore
Print Friendly, PDF & Email

Una piazza Matteotti affollata per tutta la settimana, sfide molto accese in campo ed un “clima Contesa” che inizia a farsi sentire a Sant’Elpidio a Mare. Va in archivio la terza edizione del Gioco del Barone, il torneo al gioco del pozzo che vede sfidarsi in campo giocatori di diverse generazioni delle 4 contrade storiche. Alla fine, trionfa Rosso Amarone, squadra schierata dalla nobile contrada San Giovanni, bissando il successo dell’edizione d’esordio nel 2017. Premiata anche la magnifica Santa Maria, sia per l’Mvp del torneo, Mauro Marsili, capitano della squadra finalista, sia la contrada nel suo complesso, giudicata la migliore della manifestazione. Gli azzurri sono riusciti infatti a superare la fase a gironi con tutte le loro 4 squadre, centrando l’en plein alla fase ad eliminazione diretta.

La serata finale, che ha visto sfidarsi le 8 compagini capaci di arrivare ai primi due posti nel girone, vedeva solo azzurri nella parte alta del tabellone, con un doppio derby nel segno del giglio. Prima gli Impicciati azzurri hanno superato l’Atletico ma non troppo, poi i Magnifici hanno guadagnato la semifinale ai danni di Pupa on the beach. Dall’altra parte, doppia sfida rosso-verde, con un successo per parte. Prima i Real Baffo della San Martino hanno battuto i Rosci de Mimma, poi la squadra di Rosso Amarone ha avuto la meglio dei Boccette Celtics nella partita più tesa e combattuta della serata. In semifinale, agevoli successi per i Magnifici e Rosso Amarone. All’atto finale, sempre avanti la squadra di San Giovanni, che ha chiuso con un netto vantaggio, 89 a 34.

Il gruppo trionfatore, che si è potuto appendere al collo la collana che simboleggia i vincitori del Gioco del Barone, era composto dal capitano Stefano Delle Monache e da Edoardo Bonfigli, Marco Cimadamore, Luca Giglini Tassotti, Matteo Maistrini, Francesco Martufi, Mirco Moretti, Riccardo Moretti, Enrico Pacini, Giorgio Silenzi. Una manifestazione in cui non poteva mancare il ricordo ad Antonio Gramigna, per tutti appunto il Barone, a cui il torneo è dedicato. La formula del gioco prevede che ciascuna contrada schieri 4 squadre. Ognuna deve avere almeno 2 persone oltre i 40 anni e 2 minorenni. Un modo per favorire la condivisione tra diverse generazioni. Basti pensare che i giocatori scesi in campo nell’arco del torneo sono andati dai 10 ai 68 anni.

Soddisfatta la presidente dell’Ente Contesa, Alessandra Gramigna, per una manifestazione che, “sebbene sia solo alla terza edizione, sin dall’inizio ha riscosso successo. E’ un evento tutto elpidiense, con l’intento di coinvolgere la popolazione intorno ad un gioco e ad una manifestazione fortemente radicati a Sant’Elpidio a Mare. Questo torneo si inserisce nel progetto complessivo “Il futuro della memoria”, un contenitore che punta ad abbrazziate tutte le fasce di età e a riavvicinare anche quegli elpidiensi che si sono allontanati dalla vita di contrada. Ringrazio tutte le contrade, per essersi impegnate a comporre le squadre, e a tutti i volontari che si sono adoperati per la riuscita delle serate”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X