facebook twitter rss

Amministrazione Terrenzi, la maggioranza si promuove: “Svolto un buon lavoro, tempi maturi per il rimpasto di giunta”

SANT'ELPIDIO A MARE - Bilancio di metà mandato per l'amministrazione Terrenzi, la maggioranza:"Come concordato all'inizio, si può procedere a rivedere la sua squadra in tempi celeri"
Print Friendly, PDF & Email

di Pierpaolo Pierleoni

Tempo di bilanci di metà mandato per l’amministrazione comunale di Sant’Elpidio a Mare. Le forze politiche di maggioranza, dopo due anni di lavoro del Terrenzi bis, promuovono l’operato svolto sin qui, ma spingono anche per un cambio di marcia nella seconda parte della legislatura e per un rimpasto di giunta da qui ai prossimi mesi. A fare il punto c’erano stamattina il segretario del Pd elpidiense Fabiano Alessandrini con Loredana Marziali, prossima a succedergli alla segreteria dell’Unione comunale; il coordinatore di Partecipazione democratica Franco Belletti, con il consigliere Paolo Maurizi, la coordinatrice di Sant’Elpidio al centro Livia Paccapelo.

“Le forze politiche si sono fatte sentire poco – esordisce Alessandrini – questo accade quando si lavora nella massima compattezza. Sono stati due anni difficili, il problema del terremoto ha ribaltato l’ordine delle priorità. Sono arrivate a compimento opere che cambiano la storia della città, come la casa di riposo circondariale, forse non a tutti è stata chiara l’importanza. A giorni in Regione sarà deliberato l’accreditamento da 40 posti. Sta andando a compimento a Casette d’Ete la variante Virgili Serafini,di cui si parla da 30 anni. Va a progettazione definitiva anche la riqualificazione di Palazzo Menghetti in centro storico, altro tema che ci portiamo dietro da quasi 40 anni Ora, a metà legislatura, vanno puntualizzati i compiti da portare a termine entro fine mandato”.

E’ tempo a Sant’Elpidio a Mare di rivedere l’assetto di giunta. “Fedeli a quanto ci eravamo detti all’inizio e forti di un consiglio comunale tutto nuovo che ha avuto bisogno della sua fase di assestamento, pensiamo che questa fase vada gestita in maniera celere, compreso un riassetto di giunta che il sindaco ha posto sin dall’inizio come obiettivo di metà mandato – puntualizza Alessandrini – Sarà Terrenzi a decidere tempi e modi, per dotarsi delle figure giuste per contribuire all’azione amministrativa. Di certo va ringraziato tutto l’esecutivo che ha lavorato fino ad oggi. Se il Sindaco deciderà che servano, per raggiungere gli obiettivi finali, altri profili, che diano anche maggiore copertura teritoriale, i tempi sono giusti per procedere”.

Il leader del Pd assicura che “si arriverà a fine legislatura ripagando le aspettative dei cittadini che ci hanno fatto vincere con ampio margine. Abbiamo trascurato alcuni temi, come riaprire un confronto con la cittadinanza, da settembre organizzeremo iniziative sul territorio, ci sono temi che meritano condivisione, penso ad esempio alla riorganizzazione scolastica ed al consorzio agrario di Casette”. Poi annuncia la successione alla guida del Pd cittadino. “Loredana Marziali prenderà la guida dell’Unione comunale. Io non scappo via, ma tocca a lei ed ai giovani prendere le redini del partito a Sant’Elpidio a Mare”.

La conclusioni a Franco Belletti, che oltre alla guida di Partecipazione democratica ha assunto in questi anni il ruolo di coordinatore della coalizione. “Se dobbiamo fare un mea culpa, abbiamo comunicato poco, ci sono temi su cui era opportuno aprire un dibattito con la cittadinanza e lo faremo. Di certo il consorzio agrario di Casette d’Ete rimarrà pubblico. Il rimpasto di giunta non è una bocciatura per nessuno, è coerente con quanto detto sin dall’inizio del mandato, anche perchè le figure nuove danno sempre uno stimolo in più a tutta la squadra. A questo si aggiunge la rappresentanza territoriale. E’ evidente ad esempio che manchi una figura in giunta di Casette d’Ete”. Belletti guarda anche alla futura amministrazione. Mancano tre anni alla fine dell’era Terrenzi e servirà trovare una figura che ne raccolga il testimone. “Non ci faremo certo trovare impreparati a 6 mesi dalle elezioni. Stiamo lavorando già da tempo su figure in grado di ricoprire questo ruolo, non ce n’è una sola. Abbiamo il tempo e la coesione tra le forze di maggioranza per portare avanti questo percorso e preparare la persona migliore per la candidatura a sindaco”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X