facebook twitter rss

Attraversa sul lungomare,
bimbo falciato da un’auto

PORTO SANT'ELPIDIO - Paura sul lungomare sud, attraversa la strada e viene centrato da un'auto: ferite al viso ed alla testa ma per fortuna non è un pericolo di vita
Print Friendly, PDF & Email

di Pierpaolo Pierleoni

L’impatto improvviso, imprevedibile, un corpicino che dopo l’urto con un’auto vola letteralmente in aria cadendo ad alcuni metri di distanza. Tanto spavento nel pomeriggio sul lungomare sud di Porto Sant’Elpidio per un investimento che ha visto protagonista un bambino di 8 anni. Il piccolo, di origini indiane, usciva dallo chalet Splash, sul litorale Faleria, insieme alla mamma ed al fratello minore. Superato il marciapiede e la pista ciclabile, secondo una prima ricostruzione sarebbe sfuggito all’attenzione della mamma, attraversando improvvisamente per dirigersi verso l’area giochi dal lato opposto della strada, senza accorgersi che stava sopraggiungendo un’auto. La vettura, un Citroen Saxo, guidata da una donna che viaggiava con la bimba di 2 anni a bordo, si è trovata il bambino di fronte in extremis e non ha potuto evitarlo.

Il piccolo ha sbattuto con violenza contro il parabrezza, per poi rovinare sull’asfalto. Il rumore dello schianto e le grida dei presenti hanno attirato l’attenzione di decine di balneari, che si sono precipitati in strada per capire cosa fosse accaduto. Sul posto sono intervenuti ambulanza della Croce verde ed automedica, inizialmente è stato allertato anche Icaro, poi la chiamata è stata annullata. Il bambino ha riportato un violento trauma facciale, aveva ferite al viso ed alla testa, ma le sue condizioni non sarebbero particolarmente gravi. E’ stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Murri di Fermo.

Sono intervenuti sul lungomare gli agenti della polizia locale di Porto Sant’Elpidio della questura di Fermo, che hanno ascoltato i testimoni per una dettagliata ricostruzione dell’accaduto. La strada è stata chiusa al traffico per circa un’ora durante le operazioni di soccorso ed i rilievi dell’incidente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X