fbpx
facebook twitter rss

Loreto conta i danni: negozi travolti
dal nubifragio, volate via
le transenne del cantiere della Basilica

TEMPESTA - Ieri pomeriggio i commercianti di Via Sisto V si sono visti cadere, anche a meno di un metro, la copertura del tetto e la grondaia del palazzo nel quale le loro attività sono stanziate.
mercoledì 10 Luglio 2019 - Ore 10:06
Print Friendly, PDF & Email

 

di Lorenzo Agostinelli

L’improvvisa perturbazione di ieri pomeriggio si è abbattuta con forza spropositata sul centro storico di Loreto danneggiando, non solo l’ospedale ‘Santa Casa’ ma gravemente, anche diverse attività del centro storico. Il devastante temporale è iniziato ieri pomeriggio intorno alle 18.30 cogliendo alla sprovvista tutte le attività commerciali del centro storico ed i cittadini in transito nella zona che non si aspettavano un nubifragio così improvviso e violento.

La conta degli alberi caduti e delle strade bloccate in tutta la città e nelle frazione limitrofe è considerevole ed ha impegnato, almeno fino alla mezzanotte, gli addetti ai lavori; per quasi due ore infatti tra la frazione di Villa Musone ed il centro cittadino è stato impossibile transitare, per via degli alberi caduti, dalla via più diretta e conosciuta: la strada dove si svolge ogni anno la passione vivente. I danni più ingenti, però, si sono riscontrati nel centro storico, più precisamente in Piazza della Madonna e sulla via posteriore di accesso ad essa, Via Papa Sisto V. Quando il vento e la pioggia si sono alzati all’improvviso i bar e le attività della piazza e del corso hanno visto i tavolini e gli espositori volare letteralmente via; i bar e l’hotel situati in piazza hanno subito danni importanti che però, fortunatamente, non ne compromettono il proseguimento della stagione estiva, una volta raccolti i cocci e pulito il disastro.

Non possono dire di essere stati altrettanto fortunati i commercianti di Via Sisto V che si sono visti cadere, anche a meno di un metro, la copertura del tetto e la grondaia del palazzo nel quale le loro attività sono stanziate. Per loro la conta dei danni è impietosa: oltre ai tendoni, alle merci ed agli arredi distrutti dal nubifragio, dovranno fare i conti anche col palazzo che, a prima vista, sembra essere pericolante. Un danno del genere rischia di compromettere seriamente l’andamento della stagione estiva per queste attività e sulla struttura andranno fatti i controlli adeguati onde evitare situazioni peggiori e per far riprendere l’esercizio ai commercianti colpiti.

La facciata della basilica ed il cupolone sono in questo periodo opera di un progetto di restauro che negli ultimi anni sta tirando nuovamente a lucido il centro storico. Le impalcature che ricoprivano la facciata sono state denudate dal vento, mostrandone lo scheletro, e le transenne protettive che ne delimitavano il cantiere letteralmente sbalzate dall’altro lato della piazza. Il temporale che ha colpito così violentemente la città ha creato seri problemi di viabilità, oltre che danni a strutture ed auto, che però sono stati quasi tutti risolti già in giornata; ora la speranza è che il maltempo che continuerà a persistere nei prossimi giorni non sia violento come quello che ieri ha quasi letteralmente ribaltato una città intera.

Maltempo, crollano vetrata e controsoffitto all’ospedale di Loreto


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X