fbpx
facebook twitter rss

Postacchini e Falzetti spingono le Marche
sul podio del mondiale di bodypainting

FERMO - Quest’anno, a raggiungere la terza posizione nella categoria team ci sono la fermana Lucia Postacchini, docente al Liceo Artistico "Preziotti-Licini" di Fermo e Porto San Giorgio, e il matelicese Yuri Falzetti
Print Friendly, PDF & Email

Marche sul podio iridato. È dal 1998 che, ogni anno, artisti provenienti da tutto il mondo concorrono per il titolo di campione al World Bodypainting Festival di Klagenfurt, in Austria. Quest’anno, a raggiungere la terza posizione nella categoria team ci sono la fermana Lucia Postacchini, docente al Liceo Artistico “Preziotti-Licini” di Fermo e Porto San Giorgio, e il matelicese Yuri Falzetti. Davanti a loro, solo il Dream Team americano e lo squadrone tedesco. L’evento si svolge all’aperto, nella “Bodypainting City”, un parco nel pieno centro della città austriaca dove il pubblico può godere dello spettacolo di diverse decine di artisti che, sul posto, realizzano le loro opere in un clima di amicizia, serenità e condivisione. Postacchini e Falzetti hanno svolto sei ore di intenso lavoro per realizzare sul corpo della modella Alessandra Flamini una vera e propria opera d’arte a tema “zoo galattico”. Va detto che Cristina Franceschini ha scolpito con stampante 3D l’alieno che sovrasta sul copricapo alla ricerca di forme di vita.

Un tripudio di colori e forme, ma non solo: i due artisti, esperti nell’uso di aerografo, pennello, spugna ed effetti speciali, hanno conquistato la giuria e i migliaia di spettatori con un’opera concettuale atta a denunciare gli abusi dell’essere umano nei confronti di se stesso e dell’ambiente che lo circonda, realizzata con toni sgargianti, fluorescenti, accostati a colori tetri e pesanti. Hanno suscitato stupore, meraviglia ed emozione in chi si è imbattuto nella loro opera e, nel momento della premiazione, il pubblico in visibilio li ha accolti con affetto e acclamazione. Vera e propria disciplina artistica, la Postacchini non è nuova nel campo del bodypainting ed è riconosciuta come una delle migliori artiste a livello mondiale. Infatti, dopo aver conquistato il titolo di campionessa europea nel 2016 e nel 2017, insieme a Falzetti si sono aggiudicati il secondo posto al Bodypainting Festival di Kiev, Ucraina, lo scorso maggio, e ancora prima l’assoluta vittoria al Key West Bodypainting Festival in America.

Una squadra vincente che ha saputo emozionare, insieme a più di cinquanta altri artisti, il pubblico che ha potuto godere del loro talento anche questa volta a Klagenfurt. Per i due l’arte è una vera e propria vocazione, uno strumento indispensabile a cui non possono rinunciare e, come spiega la Postacchini: “Ci impegniamo sempre per portare anche in luoghi molto lontani il nostro territorio, per raccontare le cose belle e importanti che si fanno qui, per far capire che l’arte si esprime in tanti modi diversi e il dipinto sul corpo è sicuramente uno di questi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X