facebook twitter rss

Calzaturieri Confindustria,
Fenni presenta la sua squadra:
Fasciani e Virgili i due vice

IMPRESA - Il presidente: "Un mix di esperienza e gioventù che permetterà un continuo scambio di idee”
Print Friendly, PDF & Email

Si è riunita l’assemblea della sezione calzaturieri a poche settimane dall’elezione di Valentino Fenni. Il presidente vara la squadra che con lui per i prossimi anni guiderà l’importante sezione di Confindustria Centro Adriatico. “Un mix di esperienza e gioventù che permetterà un continuo scambio di idee”.

Fenni avrà due vicepresidenti: Alberto Fasciani e Monica Virgili. “Ho puntato su due figure di livello e al contempo diverse tra loro. Differenti anche da me per la tipologia di produzione: una scarpa elegante e artigianale quella di Fasciani, una scarpa da donna e di alto livello per la Virgili, che porta con sé anche l’esperienza del padre, da sempre riferimento per il nostro settore”.

Del direttivo fanno parte Andrea Vallasciani del calzaturificio Elisabet e Giuseppe Gallucci: “Due imprenditori che – aggiunge il presidente – rappresentano il mondo del bambino, settore che dobbiamo rafforzare capendo quanto prima quello che serve per renderlo nuovamente competitivo”.

Insieme a loro Giampietro Melchiorri, “che è vicepresidente nazionale Assocalzaturifici”, Enrico Paniccià, “imprenditore affermato con esperienza nazionale anche nel campo delle licenze”, Arturo Venanzi, “da anni il nostro riferimento per la Russia”, Caterina Leombruni della Saint Ferry di Montegranaro, Marino Fabiani, “che è tra i massimi conoscitori dei mercati dell’ex Csi”, Luca Guerrini, Ronny Bigioni, Gianluca Tombolini, Massimo Foresi, Elisa Lanciotti, Flavio Vespasiani, Giampiero Vico e Graziano Mazza, “che sono molto felice abbia accettato un ruolo nel direttivo. Abbiamo bisogno della sua visione, della sua capacità anche a livello di marketing e comunicazione che è una delle sfide per i calzaturieri”.

Per gli imprenditori scelti da Fenni si apre ora una fase organizzativa: “Dopo agosto ci ritroveremo e pianificheremo le azioni, vorrei coinvolgere più persone possibili del direttivo, cercando di tematizzare i compiti in base alle caratteristiche. Il nostro settore ha un grande potenziale, dobbiamo tornare a capirlo senza pensare, però, di essere sempre i migliori. Attorno a noi altri distretti corrono, la nostra qualità è il prerequisito per restare competitivi, ma dobbiamo anche migliorare distribuzione, logistica, presenza sul web e capacità di fare economie di scala che ci permettano di accrescere la competitività che ci ha sempre caratterizzato. Proprio per questo Confindustria Centro Adriatico presto lancerà un nuovo programma volto a promuovere le filiere, per far lavorare imprese di diversa tipologia e grandezza insieme, cercando di rendere il distretto fermano più connesso possibile” conclude Valentino Fenni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X