facebook twitter rss

Med Store negli Stati Uniti,
meeting all’Apple Park

L'AZIENDA all’Italian Education Leaders dove si è parlato del mondo della scuola e dello sviluppo della didattica, incontro al quale sono stati invitati i soggetti pubblici e privati che si occupano del settore e che hanno avviato importanti progetti di digitalizzazione
Print Friendly, PDF & Email

 

L’education manager Luigi Gagliardi, l’assessore del comune di Terni Valeria Alessandrini e il direttore generale Stefano Parcaroli

 

Trasferta negli Stati Uniti per Med Store in occasione dell’Italian Education Leaders. All’Apple Park di Cupertino l’importantissimo meeting per parlare del mondo della scuola e dello sviluppo della didattica al quale sono stati invitati i soggetti pubblici e privati che si occupano del settore Education e che hanno avviato importanti progetti di digitalizzazione all’interno della propria scuola oppure, nel caso di enti governativi, all’interno del loro territorio.

Per il gruppo Med Store hanno partecipato l’education manager Luigi Gagliardi, il direttore generale Stefano Parcaroli, l’assessore del comune di Terni Valeria Alessandrini, in rappresentanza di un progetto avviato con successo insieme a Med Store, già case history tra le più interessanti del territorio italiano.
«Un importante e stimolante momento di incontro e confronto tra soggetti che, a vario titolo, si impegnano a supporto della scuola e dello sviluppo della didattica. – dice Stefano Parcaroli direttore generale Med Store – Molti gli spunti per le strategie che stiamo avviando con particolare riferimento agli aspetti legati alla formazione dei docenti, due giorni durante i quali si sono alternati momenti di analisi a presentazioni da parte di Apple delle novità legate al mondo della scuola». «Un’esperienza unica che lascia il segno per chi lavora al fianco di un’azienda come Apple. – ha aggiunto Luigi Gagliardi, education manager Med Store – Ci stimola a essere ancora più presenti all’interno degli istituti scolastici, affiancando dirigenti e docenti nel percorso di digitalizzazione della didattica e tracciando un cammino che spinga gli studenti ad affrontare lo studio con maggiore serenità e perché no, divertimento».

</


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X