facebook twitter rss

Addio a Primo Sacchini,
maestro del teatro dialettale

SANT'ELPIDIO A MARE - E' scomparso improvvisamente a 70 anni l'attore e regista teatrale di Casette d'Ete, fondatore del gruppo L'Inzoliti; lunedì pomeriggio i funerali
Print Friendly, PDF & Email

Casette d’Ete e il mondo del teatrale marchigiano piangono un protagonista indimenticabile. E’ morto nella serata di ieri Primo Sacchini, attore e regista di tantissimi spettacoli di successo in vernacolo. Un volto noto sui palcoscenici marchigiani, capace di trascinare il pubblico con la sua ironia. E’ stato colto da un malore improvviso. Lascia la moglie Rita ed una figlia, Chiara. I funerali si svolgeranno lunedì pomeriggio nella sua Casette, alla chiesa del Ss. Redentore, alle 17.30.

Tantissimi gli attestati di stima ed i messaggi di cordoglio alla famiglia per la perdita di un protagonista della cultura cittadina, fondatore del gruppo teatrale L’Inzoliti, una delle realtà più longeve del teatro dialettale nelle Marche, con i suoi quasi 30 anni di attività. Il gruppo è nato infatti nel 1991, raccogliendo l’eredità di un’altra compagnia attiva sempre nella frazione elpidiense negli anni precedenti, il Piccolo di Casette.

Oltre una decina di commedie, quelle messe in scena, dirette ed interpretate da Sacchini dagli anni 90 ad oggi, conditi da diversi riconoscimenti e da un costante gradimento del pubblico. Tra le ultime uscite, uno dei cavalli di battaglia del gruppo, lo spettacolo in tre atti Chi se piglia lu vecchiu, andato in scena lo scorso marzo a Grottammare alla rassegna Commedie nostre ed inserito nella rassegna in vernacolo dello scorso inverno del comune di Porto San Giorgio.

Sacchini per anni è stato anche un prezioso collaboratore della San Martino nell’allestimento delle scene di Città Medioevo. La contrada del cavallo rampante lo ricorda come “protagonista, sia come attore che come regista e maestro, di tutte le scene di recitazione che hanno impreziosito la nostra partecipazione alla manifestazione; in particolar modo lo ricordiamo splendido inquisitore in quello che per anni è stato il nostro fiore all’occhiello: il processo alla strega”. Cordoglio anche da parte del gruppo dialettale Li smemorati di Sant’Elpidio a Mare.”Ricorderò sempre l’amico Primo – le parole di Angelo Annibali – un maestro nell’arte della recitazione dialettale che ringrazio per tutto quello che ha fatto e che abbiamo fatto insieme”.

P.Pier.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X