facebook twitter rss

Fermana, presentato
Antonio Bacio Terracino

SERIE C - Stamane via i veli dall'esterno offensivo ex Teramo in una conferenza stampa svolta al fianco dei vertici canarini. Nel mentre c'è il rinnovo contrattuale per il laterale mancino Walter Guerra, contestualmente girato in prestito all'Az Picerno
Print Friendly, PDF & Email

Massimo Andreatini, Antonio Bacio Terracino e Fabio Massimo Conti

FERMO – E’ stato presentato in una conferenza stampa ad hoc il neo arrivato in casa Fermana, Antonio Bacio Terracino, presenti il direttore generale Fabio Massimo Conti e il direttore sportivo Massimo Andreatini.

Per l’esterno offensivo partenopeo classe 1992 una carriera iniziata nelle giovanili del Potenza fino alla Berretti e all’esordio poi in Eccellenza. A seguire due anni di D a Nola e Caserta e poi la C sempre a Caserta, Ischia Isolaverde e nella passata stagione tra Teramo e Potenza.

“Siamo felici di averlo con noi, c’erano tante pretendenti per averlo e lo ringraziamo per averci scelto – le parole di Andreatini -. Significa che qualcosa questa società sta facendo bene si sta facendo conoscere per risultati sportivi e anche per le qualità umane che sta mettendo in campo”

“Siamo molto contenti per aver trovato la quadra per portarlo a Fermo. Per lui non c’è bisogno di troppe presentazioni. Ha sempre fatto bene in categoria e lo sappiamo bene: ci ha fatto doppietta qui in casa con il Teramo e quindi abbiamo visto quali sono le sue qualità – afferma Conti -. Per noi è un elemento importante, le aspettative su di lui sono alte e ci auguriamo che ci dia il supporto che ci aspettiamo. Un elemento importante dal punto di vista calcistico, tecnico e umano soprattutto”.

“Per sapere cosa potremmo dare aspetto il rettangolo verde: i tifosi possono lecitamente sospirare, tifare, esaltarsi o arrabbiarsi. Sappiamo bene cosa significa essere tifosi, uno come Bacio Terracino per noi è importante e quando si prendono certi valori è chiaro che ci si aspetti molto” ha concluso.

“Mi ha convinto l’interessamento della società, ha mostrato qualcosa in più di tutti gli altri – il commento dell’atleta –. Mi aspetto di fare un ottimo campionato, vengo da un’annata cosi e cosi personalmente e ho voglia di rimettermi in gioco e dimostrare il mio valore”.

“Nell’amichevole di ieri ho visto giovani interessanti e buone cose anche se il risultato è stato un po’ bugiardo visto che abbiamo avuto tre o quattro occasioni nitide per segnare – ha proseguito Bacio Terracino -. Non conosco ancora bene tutti i miei compagni di squadra ma sono state fatte buone cose. L’approccio è stato buonissimo con compagni e società e le sensazioni sono positive. Ora bisogna iniziare, capire le idee del mister, conoscere le caratteristiche dei compagni ma per questo ci sarà modo e tempo”.

“Fisicamente ho fatto il ritiro a Potenza e non ci sono problemi. Giocare contro la Fermana da avversario è stato sempre difficile, qui non ho mai vinto. E’ una squadra che si sa difendere molto bene. Ci saranno per me nuove conoscenze tattiche, nuovi moduli: non è un problema ma uno stimolo ulteriore. Pressione su di me? No, so che hanno fatto un sacrificio per prendermi. Posso solo dare tutto in campo per ripagare questa grande fiducia con l’impegno. Ho giocato sempre da esterno, preferisco partire da sinistra e rientrare per calciare in porta”, le conclusioni dell’ex Teramo.

 

L’esterno sinistro leva del 1992, Walter Guerra

Nel mentre la Fermana comunica inoltre di aver raggiunto l’accordo con il difensore classe 1992 Walter Guerra per il prolungamento di un anno del contratto, ora in scadenza nel 2021. Contestualmente la società comunica il passaggio in prestito dello stesso esterno mancino all’Az Picerno, protagonista del prossimo girone C di Serie C.

“Sono stato veramente felice di rinnovare con questa squadra che per me è una famiglia: ringrazio il direttore Conti per la fiducia dimostrata nei miei confronti e per questo anno in più di contratto. Spero di dimostrare quello che magari non sono riuscito a dimostrare nella passata stagione – dice Guerra -, sono carico e motivato per far si che questo accada. L’anno prossimo devo tornare qua con maggiore esperienza e tante partite nelle gambe, per poter dire la mia anche qui a Fermo. Faccio un grande in bocca al lupo ai miei compagni: questa è una famiglia per me. So che non molleranno nulla fino all’ultimo, è nel dna di questa squadra”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti