facebook twitter rss

Jova Beach Party sold out,
Jovanotti arriva in spiaggia:
«Che figata gigantesca»
Ecco il programma dell’evento

FERMO - Il programma della giornata al villaggio del Jova Beach Party, tutti gli intrattenimenti e le attività in spiaggia, tra ospiti illustri, sorprese e attenzione all'ambiente
venerdì 2 Agosto 2019 - Ore 16:23
Print Friendly, PDF & Email

 

Il mega palco oggi pomeriggio, alla vigilia del concerto

Il mega palco oggi pomeriggio, alla vigilia del concerto


“Dopo il successo delle tappe di Lignano, Rimini, Castel Volturno, Marina di Cerveteri, Barletta, Olbia e Viareggio, che hanno ospitato centinaia di migliaia di persone, arriva domani a Lido di Fermo la nuova era di Lorenzo Jovanotti per un evento già sold out”. Così dall’organizzazione del mega evento che si terrà domani sulla spiaggia di Casabianca di Fermo.

“Si parte sempre da un sogno per creare qualcosa di nuovo. Sognare è semplice – spiegano gli organizzatori – Lo impariamo da bambini, a volte continuiamo a farlo da adulti. Tutti sono capaci di sognare, pochi di realizzare il sogno. Trasformare il sogno in realtà è la visione di un grande uomo o di una grande donna che, per la prima volta, ha il coraggio di infrangere le barriere della conoscenza, facendo qualcosa di difficile, dal nulla. ‘Nascere non basta. È per rinascere che siamo nati. Ogni giorno’, diceva Pablo Neruda. Per affrontare le grandi sfide ci vogliono grandi uomini e grandi donne, che abbiano coraggio, capacità e intelligenza. Le grandi sfide richiedono competenze multidisciplinari e un gigantesco lavoro di squadra. Proprio perché è fondamentale il lavoro di squadra, le grandi sfide uniscono, creano momenti di aggregazione, coinvolgono il pubblico. Il sogno nasce da un solo soggetto, la sfida si affronta ‘insieme’. Il lavoro in gruppo è una sorta di miracolo e nasce dalla capacità assoluta dell’uomo che ha avuto l’idea di trascinare le persone verso un comune obiettivo con un condiviso senso di rinascita che è alle fondamenta di tutto il progetto. Trasformare la spiaggia-confine con la musica significa riempirla di contenuti, che trasformano quel confine in un luogo di incontro e di scambio, anziché in una barriera. A 50 anni dallo sbarco sulla Luna, il Jova Beach è la Luna di Lorenzo e realizzare questo progetto ha pervaso tutti coloro che lavorano a questa impresa di un sentimento di orgoglio e di gratitudine”.

IL JOVA BEACH PARTY
“Domani arriva, dunque a Lido di Fermo con un sold out – aggiungono gli organizzatori – il Jova Beach Party, la nuova era del live entertainment di Lorenzo Jovanotti, la festa più bella dell’estate 2019 che girerà in tutta Italia fino al 31 agosto. Spiaggia, mare, la Woodstock del nuovo tempo con la musica di Lorenzo e dei suoi ospiti, per una nuova pagina nella storia degli show musicali e una nuova frontiera per la produzione e l’organizzazione, curata da Maurizio Salvadori per Trident Music, che da più di trent’anni lavora su tutti i live di Lorenzo con il suo storico manager Marco Sorrentino.
Un’intera giornata in spiaggia che resterà tatuata nelle menti e nei cuori della gente di Lorenzo, che mai come in questo caso ha risposto da subito con grande entusiasmo! Un senso di rinascita pervade l’intero progetto”
“Che enorme, gigantesca figata! Mi preparo al Jova Beach Party da 30 anni! Torno in consolle a fare divertire la gente! È un’emozione grandissima, un’emozione che va oltre il concerto, il lavoro e l’impegno! Finalmente vivremo insieme questa grande storia!” ha dichiarato Lorenzo appena arrivato in spiaggia. Dieci mesi di preparazione, tre palchi: Main Stage, Sbam Stage e Kontiki Stage per i Party più richiesti del momento che oltre a Lido di Fermo, ha già registrato sold out a Lignano, Rimini, Barletta, Viareggio (30 luglio e 31 agosto) e Plan de Corones.

WWF E GUARDIA COSTIERA

“Un lavoro di preparazione complesso e accurato – spiegano gli organizzatori – realizzato con la collaborazione costante delle istituzioni territoriali e con il Wwf, che ha ispirato molte scelte strategiche nel rispetto per l’ambiente e che al Jova Beach Party informerà e sensibilizzerà attraverso il Wwf Summer Plastic Quiz, e con la Guardia Costiera, che presiede e garantisce la sicurezza della balneazione al Jova Beach. Un’occasione di massimo impegno per sensibilizzare le migliaia di persone che parteciperanno ai concerti e l’opinione pubblica, sull’emergenza dell’inquinamento da plastica in natura e per promuovere l’adozione di uno stile di vita sostenibile. Jova Beach Party, infatti, è il primo grande evento live in Italia che applica la raccolta differenziata dei rifiuti e che si pone il grande obiettivo di promuovere un comportamento attento all’ambiente e un uso consapevole della plastica”.

LA BAND

Sul palco con Lorenzo ci saranno Saturnino, Riccardo Onori, Christian “Noochie” Rigano, Gianluca Petrella, Franco Santernecchi, Leo di Angilla.

“Non ci sarà una scaletta fissa, ogni giornata sarà diversa, saliamo sul palco – spiega Jovanotti – attacchiamo gli strumenti, accendiamo la consolle e partiamo. Non ci fermiamo fino a mezzanotte. In riva al mare, con un palco grande e due palchi off (#jovastage #kontikistage e #sbamstage) dove nascerà la musica sempre diversa e sempre da ballare per celebrare il fatto di essere lì insieme vivi come il mare”.

LINE UP
Saranno giornate di musica indimenticabile, questa la line up della data del 3 agosto a Lido di Fermo: Si alterneranno il duo di musica elettronica Ackeejuice Rockers, Dj Ralf, il polistrumentista che da più di trent’anni fa ballare la gente e ancora il Duo Bucolico con le loro canzoni di ‘cantautorato liturgico d’avanguardia’. Ci saranno anche il funk rock dei Savana Funk, il folk rock brasiliano dei Selton e la miscela esplosiva di funky, afrobeat, jazz dei Voodoo Sound Club. Nel corso della giornata sarà anche festeggiato un matrimonio (officiato nel corso della mattinata in Comune a Fermo). Una curiosità: sono più di 3.000 le richieste arrivate all’organizzazione e le fortunate coppie sono state selezionate con estrazione alla presenza di un notaio lo scorso mese di aprile.

IL VILLAGGIO

Il Jova Beach Party, progettato e realizzato da Lorenzo con Sergio Pappalettera per Studio Pro Design, Claudio Santucci per Giò Forma e Andrea Staleni che ne cura la produzione con Soup 2 Nuts è una meraviglia!
Una festa per tutti, un allestimento artistico di grande impatto emotivo, realizzato con il supporto di grandi professionisti e di grandi aziende partner, selezionate nella massima condivisione di obiettivi di tutela e di rispetto per l’ambiente. La squadra è al lavoro, è la migliore che esiste in Italia; questa “missione” è solo per gente con caratteristiche umane e professionali speciali. Al Jova Beach lavorano il light designer internazionale Paul Normandale che rinnova il suo impegno con Lorenzo dopo le 67 date del tour nei palazzetti e Pino ‘Pinaxa’ Pischetola il gran maestro di tutti i sound engineer. Il progetto rappresenta uno sforzo unico in termini economici e produttivi, ma anche un’occasione per trascorrere una giornata in famiglia grazie ai prezzi dei biglietti volutamente contenuti (mediamente inferiori del 30% rispetto al mercato dei concerti tradizionali) con addirittura il biglietto gratuito per i bambini fino agli 8 anni (per cui è indispensabile fare richiesta attraverso il sito http://www.tridentmusic.it/news/bambini-al-jova-beach-party-2019-tutte-le-info.html). Obiettivi essenziali nel progetto di Lorenzo, reso possibile anche dal sostegno di alcune aziende partner che con il loro talento, la loro tenacia e la loro competenza rendono il villaggio del Jova Beach una sorta di parco dei divertimenti ‘intelligente’.

Si potrà bere e mangiare, ma anche ricaricare il cellulare pedalando, o imparare a realizzare accuratamente la raccolta differenziata grazie a tutte le iniziative ludiche e didattiche nate dalla collaborazione con il Wwwf. Si potranno conoscere le nuove frontiere della mobilità elettrica, ma anche scatenarsi in gare di ballo. Si potrà godere della giornata di musica ascoltando la Jova Beach Radio by Radio Italia, ma anche vivere momenti unici dello show grazie alla speciale tecnologia 5G. Gustare la frutta bio o sorseggiare un drink, farsi un tatuaggio temporaneo, partecipare ad una caccia al tesoro, divertirsi con il twisterone o con i giochi d’acqua; e ancora partecipare ad una seduta di power yoga o fare un salto alla beauty station, per ricomporsi dopo il bagno. O anche avere un 33 giri che nasce dalla plastica riciclata con una speciale “traccia musicale dal Jova Beach”. E si potrà anche scattare una foto indimenticabile alle sculture presenti in esclusiva sulle spiagge del Jova Beach. Come la famosa Onda di plastica. O come gli elementi scenografici che arredano la grande sala del Jova Beach.

IL GUARDAROBA
Per il Jova Beach Party, Jovanotti con Nicolò Cerioni, suo storico collaboratore, ha scelto di indossare un intero guardaroba di abiti disegnati da Maria Grazia Chiuri, direttrice artistica della maison Dior per le collezioni Donna Haute Couture, Donna Prêt-à-Porter e Accessori. Il guardaroba, che include anche esclusivi tessuti wax di Uniwax, viene alternato sera per sera, capi unici e ogni volta diversi, nati dall’intesa e dall’amicizia con Maria Grazia Chiuri che ha creato per Lorenzo tutti i look delle feste in spiaggia.
“Con Maria Grazia Chiuri siamo amici da tanti anni. Quando mesi fa ho visto i disegni della collezione donna che stava preparando le ho detto che se quelli erano abiti da donna allora io voglio cambiare sesso o cambiare abiti! E così ci siamo divertiti a interpretare quel mondo in vista di Jova Beach Party ed è nata una collaborazione della quale sono onoratissimo” aggiunge Jovanotti.

FOOD AND BEVERAGE
“Il Jova Beach Party è anche buon cibo. Ci saranno i food truck – continuano dalla cabina di regia dell’evento – selezionati da Filippo Polidori, in base a requisiti di qualità e di sostenibilità, con cibo buono per tutti i gusti e prezzi giusti. Grande attenzione per la proposta alimentare coordinata da Filippo Polidori, Food Guru del Jova Beach Party, con sette speciali food track, che completano l’offerta dei punti di ristorazione più tradizionali curati da Fabrizio Celli. Al Jova Beach si potranno gustare il sushi, i panini gourmet, la pizza romana, i panini con la carne, ma anche la cucina vegana, gli arrosticini e una grande varietà di frutta bio.
Essendo vietata dalla legge la possibilità di introdurre nei luoghi di spettacolo contenitori chiusi, e non potendo contare in tutte le spiagge sull’allaccio di acqua potabile, l’acqua sarà distribuita in bottigliette da 0,50 l (1.50 euro, il prezzo più basso applicato nelle manifestazioni pubbliche) che saranno riciclate al 100% e trasformate in coperte di pile, donate ad associazioni di volontariato per le persone bisognose, e in set di magliette per fare sport da regalare ad associazioni sportive, in ciascuna delle tappe toccate dal Jova Beach. Con le altre plastiche (per esempio, quella degli imballi obbligatori) saranno realizzate arredi urbani per i comuni ospiti e passerelle per l’accesso in spiaggia per persone con disabilità.

THE WORLD IS A BEACH
Ma il Jova Beach Party è un’occasione per riflettere con la massima attenzione sull’ambiente che ci circonda e a quanto sia importante rispettare il mare e educare ad un uso consapevole della plastica. Le analisi del Wwf segnalano che siamo ad un punto di non ritorno, informare e sensibilizzare ciascun cittadino del pianeta è una priorità assoluta: nel 2050 nei nostri mari rischiamo di avere più plastica che pesce.
Per questo nel corso della giornata saranno proposti i messaggi di una speciale iniziativa voluta da Lorenzo: ‘The world is a beach’.
Lorenzo presenterà, infatti, nove persone per le quali ha una sincera ammirazione, a volte una vera e propria devozione, che manderanno una speciale video-cartolina a chi sarà in spiaggia.
“Sono italiani che è bello avere come concittadini, accomunati dal fatto di essere ‘ricercatori’ negli ambiti più disparati”.
Dal grandissimo Renzo Piano, che offre un tutorial su come costruire un castello di sabbia e perché è importante farlo, a Giovanni Soldini, che racconta come ha visto cambiare il mare. Da Luca Parmitano, alla vigilia del lancio in orbita del 20 luglio, ad Alex Bellini, anche lui in partenza ma su una barchetta a remi verso la più grande isola di plastica del Pacifico. Da Paola Gianotti, 3 volte vincitrice del Guiness dei primati per avere circumnavigato il mondo in bicicletta, a Patrizia Maiorca, figlia del grande Enzo con cui condivide la grande passione per il mare. Dall’evoluzionista Telmo Plevani a Elisa Palazzi, ricercatrice del Cnr, alla Presidente del Wwf Italia Donatella Bianchi, storico volto di Linea Blu e sostenitrice del grande valore del messaggio del Jova Beach.
I video saranno trasmessi tra un set e l’altro e faranno parte dell’atmosfera festosa della giornata. Perché lo spirito ribelle del rock’n’roll passi attraverso tutti i campi e non solo attraverso la musica.
“Credo che un’informazione, un messaggio che arriva quando il cuore è emozionato e preso bene da una situazione che sta vivendo, sia più efficace. La chiamano ‘intelligenza emotiva’, è quella funzione che ci permette di pensare meglio quando si è disposti all’emozione. Lo scopo è chiaro: condividere aperture verso il futuro, che infondano entusiasmo e fiducia reale, che è ciò di cui sento il maggior bisogno oggi. Non ci servono sensi di colpa ma coraggio e ragioni che alimentino il coraggio di vivere, di crederci e di seguire le proprie passioni”.

AMBIENTE
“L’obiettivo – spiegano dal Jova Beach Party – è lasciare il segno senza lasciare segni: per questo in ogni tappa del Jova Beach saranno allestite delle isole di raccolta dei rifiuti con contenitori dedicati, che saranno poi donati al Comune come eredità ambientale del progetto (circa 150 per tappa). Potranno essere usati in tutte le manifestazioni future, come esempio di corretta gestione dei rifiuti e nuovo modo di vivere gli eventi, nel rispetto dell’ambiente.
I contenitori sono realizzati – al 30% per capienza 240 litri, all’80% per i mastelli da 40 litri, in plastica riciclata, con corpo di colore uniforme, proprio per poter utilizzare la più alta percentuale di plastica proveniente dal riciclo di altri rifiuti.
All’interno dei contenitori, anche i sacchetti raccontano una storia di attenzione e sostenibilità ambientale: come si potrà leggere dalla stampa sul sacco, infatti, sono stati realizzati con il 98% di plastica riciclata proveniente da altri rifiuti in plastica, realizzando così un risparmio del 50% di CO2 rispetto alla realizzazione degli stessi da polietilene vergine.
Anche per raccogliere i rifiuti si è cercato di utilizzare meno risorse possibili per produrre nuovi sacchetti e contenitori.

Il riciclo dei rifiuti: i rifiuti che vengono raccolti sono un valore, se separati correttamente.
Con la plastica raccolta, grazie all’impegno del Consorzio Corepla, saranno realizzati tre nuovi prodotti: 17 set di maglie da allenamento (ognuno composto da 20 magliette), realizzate con le bottigliette, accompagnate da campione di graniglia di Pet e l’etichetta con le istruzioni per l’uso, che verranno regalati a 17 società sportive, una per ogni sede dei concerti del Jova Beach Party. Sempre con le bottigliette saranno realizzate 200 coperte di pile che saranno donate alle associazioni di volontariato per le persone bisognose.
Con le altre plastiche verranno realizzate 17 panchine, una per ogni tappa del Jova Beach Party, che verranno donate ad ogni Comune ospitante. Ma non basta: con altre plastiche raccolte, infatti, sarà realizzata una passerella per l’accesso di persone disabili ad una spiaggia.
Anche i metalli, l’alluminio e l’acciaio raccolti, saranno riciclati e trasformati in nuovi prodotti grazie ai Consorzi Ricrea e Cial: con questi rifiuti, infatti, saranno realizzate delle borracce in alluminio riciclato, dopo per 5000 studenti delle città che ospitano il tour, unitamente a dei porta matite in acciaio riciclato.
Tutto ciò come testimonianza d’impegno e del risultato: saranno raccolti e riciclati i rifiuti e trasformati in nuovi prodotti utili alla nostra comunità. Ma non è ancora tutto, il Pianeta del Jova Beach Party è in continua evoluzione: con i tappi a corona riciclati dalle bottiglie sarà realizzata un’opera con un’immagine del Jova Beach, che sarà resa disponibile in asta su Charity Stars, i cui proventi andranno a supporto delle campagne del Wwf. E ancora per ogni tappa Estathé realizzerà con CiAl (Consorzio Imballaggi Alluminio) una ‘Ricicletta’ per ciascuna tappa, che verrà donata al Wwf e destinata anch’essa all’asta online.
Decine di volontari aiuteranno a sensibilizzare, educare, informare e istruire il pubblico sulla giornata in spiaggia.
E.r.i.c.a. soc. coop. è il partner che aiuta gli organizzatori e i partecipanti a rendere sostenibile la gestione e produzione dei rifiuti nell’area dell’evento. Tutte le aree sono dotate di contenitori per la raccolta differenziata; l’apposito staff aiuterà il pubblico nel separare correttamente i rifiuti e si assicurerà che i contenitori siano sempre utilizzabili.
LA CONTROL ROOM
Ogni tappa del Jova Beach Party prevede un sofisticato sistema di controllo realizzato in collaborazione con le autorità di pubblica sicurezza. Una sorta di centrale di video sorveglianza mobile monitora il pubblico presente e realizza la copertura dell’intera area rendendola ‘no fly zone’.
Il mare è presidiato da decine di professionisti specializzati dislocati lungo l’intero perimetro della battigia, in osservanza al piano speciale e alla ordinanza emessa dalla Guardia Costiera.

I PARTNER
Trident Music ringrazia tutti i partner senza i quali non sarebbe stato possibile realizzare il Jova Beach Party. Grazie per aver accettato la sfida e di aver condiviso la passione e l’entusiasmo per questa nuova avventura.
I main partner del Jova Beach Party che con il loro sostegno hanno reso possibile la realizzazione del progetto e con cui sono stati predisposte le attività al Jova Beach sono Coop, Corona, eOn, Estathé, Intesa San Paolo, Peugeot, Sammontana e Tim, main partner tecnologico.
E gli official partner sono Alfaparf, Bacardi, Durex, F.lli Orsero, Fonzies, Havaianas Martini.
Partner tecnici sono Landini, Moby e Tirrenia traghetti, Sebach.
Media partner del Jova Beach è Il re leone, Disney.
La Radio Ufficiale del Jova Beach è Radio Italia solo musica italiana.

JOVA BEACH APP
La Jova Beach App è la bussola con la quale muoversi all’interno del villaggio. L’applicazione è gratuita per iOs e Android, così come è gratuito ogni singolo contenuto. La app sviluppata in collaborazione con Valfrutta, accompagna tutte le tappe ed è costantemente aggiornata con tutte le info possibili: dagli ospiti alle attività dei partner, dai parcheggi alle navette, dai token alle mappe del villaggio.

BIGLIETTI E SECONDARY
Trident Music invita il pubblico a non acquistare i biglietti sui siti di bagarinaggio on-line: non hanno alcun tipo di rapporto con l’organizzazione, non garantiscono la consegna dei biglietti e danno informazioni false o comunque non chiare sui reali prezzi di ingresso, sugli orari e sulle capienze.

SPECIAL NEEDS
Lorenzo ha sempre mostrato grande sensibilità per le persone con disabilità. Per questo Trident Music ha presentato ai Comuni, in ogni tappa, una pedana in una zona privilegiata rispetto al palco. L’intero allestimento del Jova Beach Party è su sabbia ma, nel rispetto totale delle aree stesse, solo l’accesso alla pedana per persone con disabilità prevede un percorso ‘pavimentato’ dedicato e, vista la particolarità del programma delle giornate, solo sulla pedana sono previsti alcuni ombrelloni. Il biglietto per le persone con disabilità è gratuito fino ad esaurimento posti, quello per l’accompagnatore a pagamento.

DISCOGRAFIA
Jova Beach Party, è un Ep uscito per Polydor a un mese esatto dal debutto: 7 nuovi brani che hanno subito conquistato il pubblico, 7 singoli che saranno la colonna sonora dei Jova Beach Party. Nuova Era, il primo brano consegnato alle radio, è già una hit e ha subito conquistato la vetta delle classifiche dei brani più trasmessi in radio. Ma altre due uscite discografiche accompagneranno il viaggio nelle spiagge: Jova Beach Party Limited Edition, disponibile solo nelle 17 spiagge, e Jova Beach (After) Party, che raccoglie i brani di molti degli ospiti che si esibiranno sul palco con Lorenzo.

LA RADIO
La Jova Beach Radio powered by Radio Italia, ha introdotto la gente di Lorenzo alle feste. 30 podcast, dapprima disponibili solo sulla Jova Beach App e da oggi disponibili ovunque, hanno portato la gente in spiaggia accompagnati dall’allegria e dalla buona musica scelta per l’occasione dal migliore tra tutti i dj. La playlist di migliaia di brani on air è la selezione dei brani che Lorenzo ama e che fanno parte della sua storia. Ma Jova Beach Radio è soprattutto Lorenzo dj, i suoi programmi/session da 45 minuti ognuno con chiacchierate inedite, musica dal vivo e rarità, la versione demo di alcune hit, con il racconto esclusivo della nascita dei pezzi. Le Jova Session sono qualcosa di prezioso per i fan e per tutti gli appassionati di musica, di idee, di storie, di viaggi e di racconti.

VIACOM
Jova Beach Party sarà al centro di uno speciale televisivo che VH1 (canale 67 del digitale terrestre), dedicherà a tutti gli amanti della musica di Lorenzo proprio venerdì 27 settembre, giorno del suo compleanno.

LE INIZIATIVE SPONTANEE
Sono molte le iniziative nate spontaneamente per festeggiare l’arrivo del Jova Beach da parte dei Comuni ospitanti. È stato Viareggio ad inaugurare questa felice tradizione dedicando, grazie alla collaborazione con la Fondazione Carnevale, il carro di apertura della sfilata 2019 a Lorenzo e all’evento dell’estate. Il Jova Beach Opening Track, realizzato in collaborazione con DeeJay Mag e Radio Italia, ha ospitato i migliori dj della scena musicale italiana che hanno trascinato il pubblico in corteo fino a farli impazzire.
A Lido degli Estensi, grazie al lavoro dell’associazione culturale ideata da Tiziano Corbelli, sarà realizzata una installazione luminosa ispirata alla canzone del mondo. L’opera sarà poi battuta all’asta e il ricavato devolute alle campagne di Wwf.
E Alessandro Della Giusta, giovane e talentuoso Youtuber della scuderia Webstar di Lorenzo Casadei, sarà il Jova Beach Boy e seguirà le feste raccontandole sul suo canale in un’ottica tutta sua.

I DIECI COMANDAMENTI DEL JOVA BEACH PARTY

 

 

“Fermo la tappa più serena del Jova Beach Party”, il grazie degli organizzatori a Calcinaro VIDEO INTERVISTA


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X