facebook twitter rss

48simo Gran Premio Capodarco:
è iniziato il conto alla rovescia

CICLISMO - Appuntamento che si ripete, come da tradizione, ogni 16 agosto. Per l'edizione corrente al via 176 corridori in rappresentanza di 36 compagini di cui nove straniere. In sella i ciclisti dilettanti Under 23
Print Friendly, PDF & Email

Il podio della passata edizione

FERMO – Manca meno di una settimana all’evento con la comunità in pieno fermento per quello che potrà essere.

Venerdì 16 agosto a Capodarco di Fermo andrà in scena il 48° Gran Premio Capodarco-Comunità di Capodarco, l’unica gara Internazionale delle Marche riservata ai ciclisti dilettanti Under 23.

Gli organizzatori stanno lavorando sodo per preparare la manifestazione popolare che sarà un mix tra lo sport e la solidarietà condito da un territorio, quello Fermano, che ha voglia di far parlare di se in maniera positiva.

Saranno 176 i corridori al via, 36 i team rappresentati con nove compagini straniere ai nastri di partenza: Astana City, Nazionale Russa, Austria Espoir, U.C.Monaco, Amical Velo Club Aixois, Holdsworth Zappi, Giotti Victoria – Palomar Team e la Dimension Data For Qhubeka.

Prenderanno parte alla competizione anche le migliori squadre italiane, tre di queste rappresenteranno il nostro territorio: Sangemini-Trevigiani, Vpm Porto Sant’Elpidio-Monte Urano e la Calzaturieri Montegranaro-Marini Silvano. Inoltre al via ci sarà anche la D’Amico Um Tools team, questo, di Ancona.

Come sempre si gareggerà sulla distanza di 180 km con una prima parte pianeggiante tra Porto San Giorgio e Lido Di Fermo e una seconda più impegnativa con le scalate verso Capodarco e il finale con il muro da ripetere due volte pronto a fare la differenza.

Il vincitore della passata edizione, il colombiano Rubio Reyes non sarà alla partenza perché inizierà la carriera da professionista con la Movistar. Proprio per questo motivo il pronostico diventa ancora di più difficile con tanti papabili corridori pronti a giocarsi la vittoria finale.

Quest’anno ricorrono i 24 anni dalla scomparsa di Fabio Casartelli, per questo motivo la moglie Annalisa e il figlio Marco saranno presenti a Capodarco perché il 16 agosto era il compleanno di Fabio che vinse la manifestazione nel 1991. Presente anche la fondazione Scarponi per ricordare l’amico del Gran Premio, Michele.

Martedì 13 agosto gli organizzatori invitano tutti sulla salita di Capodarco per realizzare le scritte sulla strada inneggianti tutti i corridori che prenderanno parte alla manifestazione, un momento di aggregazione da sempre gradito a tutti. Per questo motivo, dalle 14.00 alle 19.00 la salita per Capodarco sarà chiusa al traffico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti