facebook twitter rss

Carifermo, approvati
gli schemi della ‘semestrale’:
crescono i principali indici di bilancio

FERMANO - Il direttore generale Ermanno Traini, ringraziando gli amministratori e i collaboratori per l’impegno profuso nell’intero semestre, ha sottolineato l’importanza del lavoro di squadra che ha consentito il raggiungimento di obiettivi di piena soddisfazione
Print Friendly, PDF & Email

L’8 agosto scorso il consiglio di amministrazione della Cassa di Risparmio di Fermo ha approvato all’unanimità la semestrale chiusa il 30 giugno 2019, caratterizzata da un ulteriore miglioramento dei principali indici di bilancio.

“Pienamente soddisfacenti i risultati che confermano il radicamento nel mercato, la fiducia della clientela e la solidità aziendale. La raccolta – illustrano dall’istituto di credito fermano – registra un incremento che le fa raggiungere l’importo di 2,77 miliardi, con un aumento rispetto al 31 dicembre 2018 del 3,4%.

Il margine di interesse si attesta a 15,4 milioni (+2,87% rispetto a giugno 2018), il margine di intermediazione ha raggiunto il livello di 34,5 milioni. Buono il risultato dell’utile netto che conferma le previsioni del piano industriale anticipandone i tempi. Gli indicatori di solidità della Banca crescono ulteriormente, il Cet1 ratio raggiunge il 15,57% (15,09% al 31 dicembre 2018).

 

I risultati della semestrale confermano il ruolo della Banca locale che è impegnata nel mantenere adeguati livelli di patrimonializzazione e fornire servizi sempre più efficienti a fianco di famiglie ed imprese. Gli impieghi lordi si mantengono sopra al miliardo, in lieve flessione rispetto al 2018, anche se sono in crescita le erogazioni alle famiglie, riflettendo una tendenza degli indicatori economici dell’economia regionale.

Il direttore generale Ermanno Traini, ringraziando gli amministratori e i collaboratori per l’impegno profuso nell’intero semestre, ha sottolineato l’importanza del lavoro di squadra che ha consentito il raggiungimento di obiettivi di piena soddisfazione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti