facebook twitter rss

Turandot, Carmen e Italiana in Algeri:
i titoli della stagione lirica al teatro dell’Aquila

FERMO - Si aprirà, come consuetudine, a novembre il sipario del Teatro dell’Aquila di Fermo sulla nuova Stagione Lirica.
Print Friendly, PDF & Email

L’edizione 2019-2020 verrà aperta dalla Turandot di Puccini (nuova produzione) il 9 novembre, con la consueta serata di gala (il 7 anteprima per gli studenti) per la regia di Pier Luigi Pizzi e la direzione d’orchestra di Pietro Rizzo, la Carmen di Bizet l’8 febbraio 2020 (il 6 anteprima giovani) diretta da Paul- Émile Fourny e Beatrice Venezi sul podio. A chiudere la stagione il 21 marzo L’Italiana in Algeri di Rossini (anteprima il 19 marzo) per la regia dell’autore e conduttore tv Michele Mirabella e Vincenzo Milletarì alla direzione d’orchestra.

Una stagione preparata dalla Fondazione Rete Lirica delle Marche, organismo nato nel 2018 di cui è Presidente l’avvocato fermano Igor Giostra, Direttore Luciano Messi e Direttore Artistico Alessio Vlad. Fondazione che è stata costituita dai Comuni di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata, dalla Fondazione Teatro della Fortuna (soci sostenitori), dall’Associazione Arena Sferisterio, dalla Fondazione Orchestra Regionale delle Marche e dal Rossini Opera Festival (soci partecipanti). La Fondazione trae origine e rappresenta l’evoluzione del percorso istituzionale avviato dagli stessi soggetti, sotto l’egida della Regione Marche, con la sottoscrizione del “Protocollo d’intesa per la creazione di un sistema regionale a sostegno dei Teatri di Lirica Ordinaria”. Hanno successivamente aderito, sempre in qualità di soci partecipanti, l’Orchestra Sinfonica Rossini, l’Accademia di Belle Arti di Macerata e il Conservatorio “G. B Pergolesi” di Fermo.

“Sarà anche questa una bella stagione, che vedrà in apertura una grande prima – ha dichiarato il Sindaco di Fermo Paolo Calcinaro – una bella stagione da un lato per l’Opera, per la qualità delle proposte, con una Turandot che verrà prodotta e allestita qui a Fermo, dall’altro per i risultati della Fondazione, organismo che con la sue capacità gestionali realizza economie di rete, prepara e allestisce stagioni con spettacoli di qualità che hanno poi ricadute positive sull’economia del territorio”.

“È un piacere inaugurare la seconda stagione della Rete Lirica delle Marche nel teatro di Fermo – ha dichiarato il Presidente della Fondazione Rete Lirica delle Marche Igor Giostra – cui sono geograficamente molto legato. Le tre opere in programma segnano approdi e svolte importanti: una coproduzione di “Carmen” che, con la Fondazione Pergolesi di Jesi, ci permette di varcare i confini nazionali e aprirci a importanti realtà culturali come il teatro francese di Metz. La possibilità di portare Rossini con la sua “Italiana in Algeri” nei teatri delle Marche, tramite la prima coproduzione con il blasonato Rossini Opera Festival di Pesaro. Il titolo inaugurale “Turandot” segna il ritorno sulle nostre scene di un maestro della regia apprezzato in tutto il mondo come Pier Luigi Pizzi. Tre occasioni da non perdere per gli appassionati e anche per chi ancora non frequenta il teatro d’opera, ma penso anche ai più giovani che, con questi titoli, possono scoprire un mondo pieno di emozioni”.

“Anche per questa edizione una stagione all’insegna della qualità delle proposte – ha detto l’assessore alla cultura e al turismo Francesco Trasatti – un cartellone di tutto rispetto, grazie al lavoro della Fondazione Rete Lirica delle Marche che sta operando con il massimo dell’impegno, per dare ai palcoscenici marchigiani produzioni in grado di soddisfare il pubblico, nel solco di quella tradizione lirica che ha sempre caratterizzato la nostra regione ed il nostro territorio. Accanto alle opere vere e proprie, proseguirà anche il lavoro di formazione e di educazione alla musica per le scuole che parteciperanno poi alle anteprime a prezzi irrisori, a testimonianza dell’attenzione verso le giovani generazioni e verso la loro educazione al bello e alla cultura. E a proposito di concerti di qualità da segnalare la data fuori abbonamento del nostro Conservatorio che proporrà un concerto lirico-sinfonico a fine novembre”.

La Fondazione “Rete Lirica delle Marche” ha ottenuto nel 2019 il prestigioso riconoscimento “Premio Cultura di Gestione”, conferito da FederCulture a Roma ai progetti più innovativi nel campo della gestione culturale, in quanto eccellente esempio di governance pubblica in grado di fare sistema e di creare network intorno ad obiettivi condivisi e reali istanze del territorio di riferimento. Si tratta di un riconoscimento nazionale importante che premia impegni e sforzi profusi in maniera rilevante in questi ultimi tre anni per la produzione lirica anche dal Teatro dell’Aquila. Uno sforzo premiato anche sul fronte del pubblico dato che il Teatro fermano ha visto in questi ultimi tre anni un significativo trend di crescita degli abbonati.

L’Assessorato alla Cultura comunica, inoltre, che è stato stilato anche il cartellone della Stagione di Prosa 2019-20 del Teatro dell’Aquila che verrà presentato nel corso di una conferenza stampa lunedì 9 settembre nella Sala Rollina.

LE SCHEDE DELLA STAGIONE LIRICA 2019

1. TURANDOT di Giacomo Puccini
giovedì 7 novembre 2019, ore 17.00 – anteprima
sabato 9 novembre 2019, ore 21.00
Orchestra Filarmonica Marchigiana
Coro del Ventidio Basso di Ascoli Piceno
Direttore d’orchestra: Pietro Rizzo
Regia: Pier Luigi Pizzi
Coproduzione con la Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi – Allestimento dell’Associazione Arena Sferisterio di Macerata

2. CARMEN di Georges Bizet
giovedì 6 febbraio 2020, ore 17.00 – anteprima
sabato 8 febbraio 2020, ore 21.00
Orchestra Sinfonica “G. Rossini”
Coro del Teatro della Fortuna Mezio Agostini
Direttore d’orchestra: Beatrice Venezi
Regia: Paul- Émile Fourny
Coproduzione con la Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi e l’Opéra-Théâtre de Metz Métropole

3. L’ITALIANA IN ALGERI di Gioachino Rossini
giovedì 19 marzo 2020, ore 17.00 – anteprima
sabato 21 marzo 2020, ore 21.00
Orchestra Sinfonica “G. Rossini”
Coro Ventidio Basso di Ascoli Piceno
Direttore d’orchestra: Vincenzo Milletarì
Regia: Michele Mirabella
Coproduzione col Rossini Opera Festival

4. CONCERTO LIRICO-SINFONICO in collaborazione con il Conservatorio Statale “G. B. Pergolesi” di Fermo

sabato 30 novembre 2019, ore 21.00

ABBONAMENTI E BIGLIETTI

ABBONAMENTI
Settore A € 150,00
Settore B € 100 00 ridotto* € 75,00
Settore C € 60,00 ridotto* € 50,00

BIGLIETTI OPERE
Settore A € 60,00
Settore B € 40,00 ridotto* € 30,00
Settore C € 25,00 ridotto* € 20,00

BIGLIETTI OPERE ANTEPRIMA LIRICA
Studenti € 5,00
Adulti accompagnatori € 20,00**

BIGLIETTI CONCERTO LIRICO-SINFONICO FUORI ABBONAMENTO
Settore Unico (con posto numerato) € 10,00
Riservato Abbonati € 5,00

**Prezzo speciale ridotto per la partecipazione all’anteprima di ciascuna opera lirica:
– € 20,00 per ciascun adulto accompagnatore dello studente ( per un numero max di n. 2
adulti come accompagnatori;
*La riduzione è valida per gli studenti e i giovani fino a 25 anni e per i pensionati oltre 65 anni.

CALENDARIO ABBONAMENTI E ACQUISTO BIGLIETTI

– Dal 1 al 10 ottobre per rinnovo abbonamenti con diritto di prelazione del posto;

– dall’11 al 12 ottobre 2019 per effettuare il rinnovo abbonamenti con possibilità di
cambio del posto;

– dal 14 al 19 ottobre 2019 per effettuare la nuova campagna abbonamenti;

– dal 21 ottobre 2019 sarà possibile effettuare l’acquisto dei singoli biglietti degli
spettacoli;

Info: Biglietteria del Teatro – tel. 0734. 284295 – biglietteriateatro@comune.fermo.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti