facebook twitter rss

‘Non a Voce sola’, il mercato
della felicità secondo Lucia Tancredi
con il suo ‘Gargano negli Occhi’

SANT'ELPIDIO A MARE - Ottavo appuntamento per la rassegna culturale. La scrittrice Lucia Tancredi, a Sant’Elpidio a Mare presso Quota CS Sport, sabato prossimo alle ore 17.30 racconterà la sua visione del mercato della felicità attraverso le immagini del suo ultimo intenso romanzo, dal titolo Gargano negli Occhi
Print Friendly, PDF & Email

Non a Voce Sola, dopo gli scoppiettanti appuntamenti con donne del calibro di Barbara Alberti, Antonella Prenner e Annalisa Monfreda, arriva all’ottavo incontro del suo entusiasmante calendario, sempre alla ricerca del mercato della felicità, del vero senso del tentare di conquistare il meraviglioso anche quando le forze sembrano insufficienti a compiere l’impresa. A raccontare la sua versione del concetto filosofico sviluppato dalla pensatrice Luisa Muraro a Non a Voce Sola sarà un’altra ospite d’eccezione, ovvero la scrittrice Lucia Tancredi che, a Sant’Elpidio a Mare presso Quota CS Sport, strada Pozzetto 3, sabato 14 settembre alle ore 17.30 , racconterà la sua visione del mercato della felicità attraverso le immagini del suo ultimo intenso romanzo, dal titolo Gargano negli Occhi.

“Lucia Tancredi, pugliese di San Lorenzo in Lamis per nascita e maceratese di adozione – ricordano dall’organizzazione della rassegna – è scrittrice e insegnante di letteratura. La sua vocazione per il racconto giornalistico è fiorita nel libro ‘Racconti di viaggio. Le città d’arte della marca maceratese’, ed è maturata e saturata nel romanzo che cerca di raccontare il mercato della felicità conquistato da personaggi apparentemente invisibili e controverse, come Monica d’Ippona, madre di Sant’Agostino, in Io, Monica, come Ildegarda di Bingen, mistica visionaria medievale, in Ildegarda, la potenza e la grazia, come Giulia Schucht, compagna di Antonio Gramsci, in La vita privata di Giulia Schucht, e, infine, come Lorenzo Lotto, pittore eccelso e tormentato nel romanzo L’Otto. Questa volta però Lucia Tancredi racconta il mercato della felicità attraverso la sua terra, attraverso il Gargano, con 19 racconti che brillano di colori e paesaggi, e che, tutti insieme, corali ed individuali, cercano prepotentemente di raggiungere lo spazio della loro felicità, anche se piccoli, brevi, lievi. Lucia Tancredi ha davvero il Gargano negli occhi, ella si fa guida dei luoghi garganici, luoghi della storia, della memoria e della vita, a partire da San Marco in Lamis, che le ha dato i natali, e poi altri diciotto fra i quali San Giovanni Rotondo, Monte Sant’Angelo, Lesina, Vieste, la Foresta Umbra, mescolando storia, memoria e attualità in una narrazione viva e immaginosa, sempre amorevole, non di rado affettuosamente ironica, con lo sguardo e la cura carezzevole di chi di quei luoghi, e di chi li vive, conosce l’anima più profonda e vuole raccontarla ai suoi lettori.


Simone Corradini, imprenditore illuminato, che ospiterà l’ottavo appuntamento di Non a Voce Sola, così commenta l’incontro:
“Ho sempre auspicato un connubio impresa-cultura, è necessario che il progresso economico vada a braccetto con il progresso civile e culturale. Con molto piacere ospito una rassegna di indubbio pregio, una rassegna che dà voce alle parole delle donne, una rassegna patrocinata dalla Regione Marche e che ha una diffusione regionale e sovra-regionale. Mi sembra particolarmente interessante l’intervento della scrittrice Lucia Tancredi che attraverso gli occhi del cuore rivede e rivive la sua terra Natale”.
Oriana Salvucci, direttrice artistica della Rassegna, dichiara: “E’ con Lucia Tancredi che decidiamo ogni anno il fil rouge della rassegna, è Lucia Tancredi che corre in mio soccorso ogni volta che il fiato si fa corto, è Lucia Tancredi che ci regala delle opere che sono perle rare e quest’ultimo, Gargano negli Occhi, è in felice sintonia con il fil rouge della rassegna, quest’anno dedicato a Luisa Muraro e al mercato della felicità. Al mercato della felicità si rimette al centro il desiderio come anelito di colui che cerca e chi meglio di Lucia e dei suoi racconti di viaggio può parlarci di desiderio. Un viaggio attraverso gli occhi del cuore, un viaggio che è ritorno nella sua terra natale, un viaggio che è Nostos, novella Odissea”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti