facebook twitter rss

Contratto scaduto, assistenza domiciliare sospesa,
la rabbia dell’opposizione: “Queste cose non dovrebbero succedere”

MONTEGIORGIO - "Il contratto con la cooperativa che se ne occupava è scaduto in data 31 agosto ed a tutt'oggi alcune famiglie si trovano in difficoltà o costrette ad arrangiarsi per assistere un loro familiare" tuonano Marco Ramadori, Massimiliano Gentili e Fabiola Girolami
Print Friendly, PDF & Email

 

di Marco Pagliariccio

Contratto scaduto, assistenza domiciliare sospesa. Una situazione quantomeno sorprendente quella che denuncia il gruppo di opposizione ‘Una nuova stagione per Montegiorgio’, che va all’attacco dell’amministrazione per non aver agito in tempo per evitare il disservizio.

«Il contratto con la cooperativa che se ne occupava è scaduto in data 31 agosto ed a tutt’oggi alcune famiglie si trovano in difficoltà o costrette ad arrangiarsi per assistere un loro familiare – tuonano Marco Ramadori, Massimiliano Gentili e Fabiola Girolami – va tenuto conto che alcuni di loro utilizzano il servizio per poter lavorare o fare meno assenze possibili a lavoro”. Consiglieri che lanciano accuse contro l’attuale amministrazione ed in particolare l’assessore ai servizi sociali: “Queste cose non dovrebbero succedere”.

Il problema, secondo Ramadori, Gentili e Girolami, è che l’amministrazione non ha agito in tempo per non farsi trovare impreparata alla scadenza del contratto in essere. “Nemmeno sono stati in grado di porre in essere proroghe o strumenti alternativi per ovviare disagi – rincara la dose il gruppo – è gravissimo essere impreparati  in un settore così delicato che a nostro avviso dovrebbe avere invece la priorità. Ci auguriamo che al più presto la situazione possa tornare alla normalità”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti