facebook twitter rss

A Castelfidardo, per il Gran Tour delle Marche di Tipicità, si parla anche fermano

TIPICITA' - Continua il Gran Tour alla scoperta delle Marche. E' la volta di Castelfidardo e il suo PIF (Premio Internazionale della Fisarmonica) presentato ieri in anteprima con una esibizione del musicista fermano Daniele Di Bonaventura offerta dal partner del Gran Tour di Tipicità, Banca Mediolanum rappresentata dal Wealth Advisor di Montegiorgio, Massimo Cupillari.
Print Friendly, PDF & Email

 

di Nunzia Eleuteri

Ieri sera a Castelfidardo l’anteprima del Premio Internazionale della Fisarmonica (PIF), evento inserito tra le tappe del Gran Tour delle Marche di Tipicità. La sala consiliare del comune dell’anconetano ha ospitato imprenditori e amministratori locali, partner di Tipicità brand ombrello che racchiude le eccellenze della regione.

Dal saluto del direttore Angelo Serri, fino a quello del sindaco della città della fisarmonica, Roberto Ascani e dell’assessore alla cultura Ruben Cittadini, i presenti hanno conosciuto il programma del 44° Premio Internazionale della Fisarmonica che partirà domani, 15 settembre, fino a domenica 22.

Un appuntamento che inorgoglisce l’intero territorio tanto è apprezzato e conosciuto nel mondo. A completare la serata, un aperitivo con degustazioni di prestigiosi vini locali e un concerto dell’apprezzatissimo compositore e musicista fermano di fama internazionale, Daniele Di Bonaventura che si è esibito con il suo bandoneón, uno strumento che potrebbe assomigliare alla fisarmonica ma nato per la musica sacra piuttosto che profana.

Il tutto grazie al partner del Gran Tour delle Marche di Tipicità, Banca Mediolanum rappresentata dal Wealth Advisor di Montegiorgio, Massimo Cupillari che così ha salutato i presenti: “Quando il direttore Angelo Serri ha proposto a Banca Mediolanum di essere partner del Gran Tour delle Marche non immaginavo di poter vivere un’esperienza così intensa. Queste 28 tappe nella mia regione mi hanno fatto scoprire un territorio che, ahimè, non conoscevo bene: di una bellezza incredibile e di una varietà, dal punto di vista culinario e del saper fare, che continua a stupirmi. E’ quasi una situazione magica perché queste tappe provocano una contaminazione positiva tra le varie anime delle nostre Marche. Ho visto ad esempio i musicisti del PIF a Porto San Giorgio in occasione della serata del brodetto la settimana scorsa e sto vivendo anche io – ha rimarcato Massimo Cupillari – questo viaggio con curiosità ed entusiasmo. E’ bello che si possa presentare anche ai marchigiani stessi così tante storie e tradizioni che non avevano magari mai avuto modo di conoscere.”.

La prossima tappa del Gran Tour sarà a Montappone il 21 settembre con “Paje: più di un grano”.

 

Il sindaco di Castefidardo, Roberto Ascani, con il direttore di Tipicità, Angelo Serri

 

L’artista Daniele Di Bonaventura e Massimo Cupillari Wealth Advisor di Banca Mediolanum


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X