facebook twitter rss

Anche Petritoli e Pedaso inaugurano la casetta dei libri in nome di Roberto Straccia

VALDASO - "Il mio sogno è trovare la verità - ha spiegato Mario Straccia agli amministratori -  Non per un qualche sentimento di vendetta, no. Semplicemente perchè da cittadino, da padre, voglio e devo poter ricominciare a fidarmi delle istituzioni.
Print Friendly, PDF & Email

 

Il progetto di book sharing promosso dall’associazione di volontariato “In Cammino con Roberto Straccia” ha unito sotto l’ala di cultura e impegno civico tanti Comuni della Valdaso. Anche Petritoli e Pedaso inaugurano la casetta dei libri che porta orgogliosamente il nome di Roberto.

La prima tappa di questo nuovo ciclo è  stata a Petritoli con Marco Vesprini nella doppia versione di Presidente dell’Associazione e vice-Sindaco: il Sindaco Luca Pezzani aveva già accolto Mario Straccia alla consegna, stavolta tocca al vice l’onore della inaugurazione.

Subito dopo ci si è spostati a Pedaso dove il sindaco Vincenzo Berdini ed il vice Carlo Maria Bruti hanno accolto i rappresentanti dell’Associazione per inaugurare la casetta. Il Sindaco Berdini ha ricordato Roberto affettuosamente poichè compagno di scuola di sua figlia. Momenti toccanti culminati nella donazione della maglia dell’Associazione da parte di Mario Straccia. Successivamente l’inserimento nella casetta del libro “Sogni Infranti” scritto da Mario Straccia ed Antonio Gerardo D’Errico segna l’inizio ufficiale dell’esperienza Book Sharing anche a Pedaso.

“Il mio sogno è trovare la verità – ha spiegato Mario Straccia agli amministratori –  Non per un qualche sentimento di vendetta, no. Semplicemente perchè da cittadino, da padre, voglio e devo poter ricominciare a fidarmi delle istituzioni. Voglio esser certo che così come tanti amici sono stati a fianco della mia famiglia in questi anni, anche lo Stato tuteli e dia supporto a chi, come noi, ha avuto una tragedia che ci ha segnato per sempre. Vogliamo tornare ad essere fiduciosi verso uno Paese giusto e che non ci lasci soli, senza risposte o che renda una montagna insormontabile la ricerca della verità che ancora oggi ci è negata. La lettura è il motore che crea cittadini migliori e trasforma i nostri ragazzi in adulti responsabili. Loro sono la nostra speranza e ad essi e alle loro famiglie è dedicato questo nostro progetto.”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X