fbpx
facebook twitter rss

Sassaiola contro il locale, minacce
col coltello e pugni al personale

La polizia identifica
due uomini, caccia al terzo

PORTO SANT'ELPIDIO - Il parapiglia scatenato da due nordafricani e un italiano dopo che sono stati pizzicati a usare droga nel bagno e quindi invitati a lasciare il locale. All’arrivo della Polizia i tre si sono dileguati. La Questura di Fermo è riuscita ad identificare due degli autori della sassaiola segnalandoli all’autorità giudiziaria, mentre sta indagando per individuare la terza persona
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

“Pizzicati a usare sostanze stupefacenti nei bagni di un noto locale di Porto Sant’Elpidio dagli addetti alla sicurezza ed invitati ad uscire, un italiano e due nordafricani si mettono a tirare pietre all’indirizzo del locale”. E’ la notizia diffusa dalla questura di Fermo con, alla fine, due persone denunciate e i poliziotti alla ricerca di un terzo soggetto.

“Un fine settimana come tanti altri nei locali della movida fermana, ma all’ultimo – entrano nei dettagli dalla questura – si è sfiorata la rissa in un noto locale del litorale di Porto Sant’Elpidio, abitualmente frequentato da giovani.
Tre persone, un italiano e due nordafricani, intorno l’1,30 sono entrati nel locale ma appena due ore dopo sono stati accompagnati all’esterno dagli addetti alla sicurezza.

Uno dei due nordafricani probabilmente scontento del trattamento ricevuto, prima ha colpito al volto uno degli addetti poi ha tirato fuori un coltello a serramanico minacciando gli altri. Provvidenziale l’intervento di un uomo che ha disarmato il nordafricano.
Vista la malaparata i tre sono usciti dal locale e non contenti si sono messi a tirare pietre in direzione del personale e del locale.
All’arrivo della polizia i tre si sono dileguati. La questura di Fermo è riuscita ad identificare due degli autori della sassaiola segnalandoli all’autorità giudiziaria, mentre sta indagando per individuare la terza persona”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X