fbpx
facebook twitter rss

Il Prefetto Filippi in visita a RF1 e Cronache Fermane: “Formati per essere a servizio dei cittadini”

FERMO - "Gli abitanti della provincia di Fermo hanno un forte senso delle istituzioni oltre che un grande spirito civico"
mercoledì 25 Settembre 2019 - Ore 16:20
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Paoletti

foto Simone Corazza

A sei mesi dal suo insediamento ufficiale il Prefetto della Provincia di Fermo Vincenza Filippi ha fatto visita agli studi di RF1 e alla redazione di Cronache Fermane. Ad accompagnarla il capo gabinetto Francesco Martino. Ad accoglierli la presidente Nunzia Eleuteri e tutto lo staff della radio e della redazione. 

Intervistata nel corso della trasmissione Diretta Uno, in onda tutte le mattine dalle 10 alle 13, il Prefetto ha tracciato un bilancio del lavoro svolto partendo da un’approfondita conoscenza del territorio, con un’attenzione speciale ai piccoli comuni dell’entroterra colpiti dal sisma, fino al successo organizzativo di grandi eventi del calibro del Jova Beach Party, in stretto raccordo con il Comune di Fermo. Non sono mancate anche le conquiste per l’intero territorio provinciale, come il riconoscimento del comando provinciale dei vigili del fuoco.

Un impegno quotidiano che va oltre la sola gestione delle forze di pubblica sicurezza e che vede fare rete i sindaci, il mondo delle istituzioni religiose, quello del volontariato, la scuole e le tante associazioni che contraddistinguono il Fermano e le Marche. Il Prefetto Filippi, nel corso della diretta, ha annunciato la messa in cantiere di due importanti protocolli d’intesa che potranno incidere positivamente sui giovani del territorio.

“Siamo normalmente identificati come autorità provinciale di pubblica sicurezza. Quest’ultima deve essere intesa in senso allargato come sicurezza integrata, e quindi prevenzione. Nell’ottica di ciò tante sono davvero tante le materie che ci riguardano. Dalla protezione civile a tutti i profili di mediazione  dei conflitti sociali in raccordo con gli enti locali, comuni, scuola e istituzioni religiose. La creazione di nuovi protocolli d’intesa tra tutte queste realtà rappresentano uno strumento importante. Dopo aver siglato quello a favore della lotta al randagismo, con contributi che arrivano grazie alla direttive del ministero dell’Interno, sto pensando ad un protocollo per contrastare i fenomeni di bullismo e favorire tra i nostri studenti una cultura della legalità da portare delle scuole. Altro protocollo su cui lavorare sarà quello che riguarda il tema delle tossicodipendenze, un forte segnale preventivo per evitare una diffusione tra i giovani”.

Parlando di formazione e sensibilizzazione il Prefetto ha anche annunciato un grande evento in programma il 17 ottobre in Piazza del Popolo che vedrà protagoniste tutte le scuole della provincia: “Protagonisti della giornata saranno la protezione civile ed i vigili del fuoco.  In piazza saranno invitate tutte le scuole del territorio di ogni ordine e grado. I ragazzi potranno approcciarsi con stand informativi per conoscere meglio tutto questo mondo.  Nel pomeriggio è previsto un convegno molto operativo. Nella nostra Italia centrale, così bella ma anche con un territorio così fragile, l’idea di creare tra i giovani una cultura delle prevenzione in materia di protezione civile è fondamentale“.

Nel corso dell’intervista il Prefetto Filippi ha inoltre evidenziato il prezioso ruolo delle forze dell’ordine e la stretta sinergia che si è venuta a creare con i sindaci sul territorio: tra tutti il progetto di implementazione della video sorveglianza che ha permesso di attenzionare anche aree delicate come il quartiere di Lido Tre Archi.

“Il nostro lavoro deve essere a servizio del territorio e dei cittadini – ha sottolineato la Filippi –  un grande prefetto parlava anni fa di ‘sua maestà il cittadino’. Già tempo fa, dunque, c’era anche una concezione comunicativa di stretto raccordo con il territorio. Nella nostra carriera prefettizia siamo stati tutti formati e istruiti proprio per fare questo lavoro di servizio. Devo dire che arrivare in questo territorio mi ha dato una spinta ulteriore nell’affermazione di questi principi. Gli abitanti della provincia di Fermo hanno un forte senso delle istituzioni e un forte legame con la prefettura, oltre che un grande spirito civico, e non lo dico per piaggeria ma lo vedo costantemente nei miei incontri quotidiani”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X